27/11/2020
06/11/2012

Legge elettorale
Passa la soglia del 42,5%

ROMA - Con un blitz di Pdl e Udc la Commissione Affari Costituzionali del Senato dice sì a un emendamento che prevede che per conquistare il premio di maggioranza si debba superare la soglia del 42,5%. Grande l'irritazione del Pd che per bocca del capogruppo Finocchiaro fa sapere: “Faremo le nostre proposte in Aula. Il lavoro in commissione a questo punto è compromesso”

Con un blitz di Pdl e Udc la Commissione Affari Costituzionali del Senato dice sì a un emendamento che prevede che per conquistare il premio di maggioranza si debba superare la soglia del 42,5%. Il premio del 12,5% del testo Malan verrebbe assegnato a chi raggiunge la soglia raggiungendo così un totale del 55%. L’emendamento era stato proposto dal leader di Api Francesco Rutelli, ed è stato votato dalla Lega, dal Pdl, dall'Udc, da Fli e da Mpa. Pd e Idv hanno invece votato contro.

Il capogruppo del Partito Democratico al Senato Anna Finocchiaro annuncia: “Faremo le nostre proposte in Aula. Il lavoro in commissione a questo punto è compromesso”. Poi aggiunge: “Ci sono tante ipotesi in giro, ho visto ad esempio, quella di Alimonte e mi è sembrata ragionevole, prevede una soglia del 40% oltre la quale si guadagna un premio del 54% e se nessuno ci arriva c'é un premio al primo partito del 10%". Per la Finocchiaro a questo punto salta l’intesa con gli altri partiti della maggioranza: “Coloro che hanno votato l'emendamento Rutelli sulla soglia al 42,5% “sono forze politiche - sottolinea - che vogliono consegnare il Paese ad una situazione dove nessuno vince e nessuno perde. Noi del Pd, invece, vogliamo una legge che dia stabilità al Paese. Purtroppo si sono avverate le previsioni di Bersani”.

Per il leader dell'Udc Pier Ferdinando Casini invece “l'individuazione di una soglia era cosa sacrosanta dopo i rilievi della Corte Costituzionale”.