27/09/2020
03/12/2009

Sabato a Roma
"No- B Day"

Il "No B day" fa già discutere. La Rai nega la diretta al Tg3. Il direttore di Rai3 Antonio di Bella si è detto disponibile a modificare il palinsesto della rete per dare spazio alla diretta del "No B day". Il Tg3 web seguirà in streaming il "No B day"

Si sono dati appuntamento sabato 5 dicembre a Roma  (con partenza da piazza della Repubblica alle 14 ). I blogger in piazza per il "No-B Day", la prima manifestazione in Italia programmata attraverso il passaparola su Facebook e sui blog. Dopo la bocciatura del lodo Alfano è iniziato il tam tam su Facebook e, tra due giorni, saranno 350 mila   dalla piazza virtuale a quella reale.
 
I giovani italiani ci tengono a far sentire la loro voce e, alla conferenza stampa di presentazione del "No-B Day", chiariscono che la politica stavolta resterà sotto il palco perchè- spiegano-: "siamo un movimento politico e non partitico". I partiti che hanno aderito (Idv, Prc, Pdci, Sl, Verdi) potranno portare le bandiere in piazza ma "noi - assicurano i promotori - siamo stati autonomi, non abbiamo chiesto soldi e abbiamo vietato ai politici di salire sul palco. I leader di partito non ci interessano, ci interessa la base".
 
Grande attesa per un evento in cui si aspetta una partecipazione di massa: "A piazza S. Giovanni saremo in 350mila e se certo vorremmo che Berlusconi si dimettesse sabato sera, il nostro scopo è contestare la cultura berlusconiana, stanare Berlusconi in tutte le sue forme".
 
Il Tg3 ha chiesto  di trasmettere la diretta della manifestazione. Il direttore di Rai3 Antonio di Bella si è detto disponibile a modificare il palinsesto della rete per dare spazio alla diretta del "No-B Day".
Il Tg3 web seguirà in streaming il "No B day" e il nostro telegiornale  darà ampio spazio alla manifestazione in tutte le edizioni.
 Attesa per la decisioni dei vertici Rai. Nel frattempo, certamente ci sarà Rainews24 a seguire l'evento.
"La decisione di negare al TG3 la possibilità di realizzare un approfondimento con dirette dalla piazza sulla manifestazione di sabato prossimo, la prima in Italia organizzata dalla Rete -  dice il consigliere  Rizzo Nervo - è molto grave e lede i poteri e l’autonomia del direttore di  testata".   
 
Il  leader dell'Idv,  Di Pietro tira in ballo il Pd per la mancata diretta su Raitre. "Se la dirigenza del Pd avesse accettato di metterci la faccia, oggi la Rai non avrebbe avuto il coraggio di dire no alla diretta per la manifestazione del "No-B Day". "Lancio un ramoscello d’ulivo ai dirigenti assenti per ripensarci - aggiunge Di Pietro - perchè farà più rumore la loro assenza che l’umiltà di chi sta in seconda fila". "Ci appelliamo alla presidenza della Rai e alla commissione di Vigilanza per un ripensamento altrimenti sarà la prova che il servizio pubblico segue due pesi e due misure: solo perchè si tratta di una manifestazione non di regime ma contro il regime viene negata al Paese la possibilità di conoscere l’altra versione dei fatti sul governo Berlusconi".