23/08/2019
11/01/2013

'Immagina' il rispetto per la
donna...anche in India

STAMPA ESTERA - 600 chitarristi indiani rendono omaggio alla studentessa morta in seguito a uno stupro di gruppo a New Delhi, eseguendo tutti insieme 'Imagine' di John Lennon (AFP)

The Hindustan Times (India), 11 gennaio 2013


600 chitarristi arrivati da tutta l’India hanno voluto rendere omaggio con la loro musica alla ragazza morta in seguito a uno stupro di gruppo a Delhi. Per lei hanno intonato tutti insieme "Imagine" di John Lennon, nella speranza che le note e le parole di quella canzone diffondano in un Paese che deve fare i conti con la violenza verso le donne un messaggio di "speranza, pace e impegno per il futuro". 

A tre settimane dalla brutale aggressione ai danni di una studentessa su un autobus di Delhi, in seguito al quale tutto il Paese è stato scosso da ondate di rabbia e protesta, i musicisti si sono dati appuntamento nella città di Darjeeling. "Abbiamo scelto questa canzone perché parla di un futuro di speranza, pace e aspettative" ci ha detto Sonam Bhutia, assessore al turismo di Darjeeling e organizzatore del Festival che si tiene in città. "E' una canzone manifesto che immagina un universo umano senza più confini. Il tributo ha voluto essere un gesto da parte della comunità per mostrare la nostra solidarietà nei confronti della famiglia della ragazza, costretta ad affrontare un momento di dolore inimmaginabile". Dopo le proteste di massa e gli appelli per una maggiore sicurezza, si spera in nuove leggi contro i crimini nei confronti delle donne.