22/08/2019
11/06/2012


Uno sguardo su tutto il mondo del fumetto e su tutto il mondo, visto dai fumetti

Officina Infernale: New World Inferno - III parte
Gli X-Men, Hulk e Iron Man. Passando dalla mente di Officina infernale, i blockbuster cinematografici entrano in quella zona d'ombra che ognuno di noi spera di non vedere mai nella vita

 
Si conclude con questo terzo "canto" il trittico "New World Inferno" di Officina Infernale (il primo e il secondo li trovate QUI e QUI con tutte le spiegazioni del caso).

Si conclude col botto, come si suol dire, con delle versioni che inquietante è dir poco, dei pezzi da novanta del Marvel Universe.

Tirando le somme, in tutti e nove i casi l'approccio di Officina è disillusorio, cinico, cattivo, senza alcuna pietas.
Ma è anche profondamente rispettoso della materia che va a sezionare.
Citazioni di nomi, situazioni, periodi, possono sembrare casuali a un pubblico non avvezzo ai super eroi, ma sono invece tutte concernenti, precise, funzionali, morbosamente amorevoli.

Perché - anche se a uno sguardo disattento può sembrare che la sua
dissezione anatomopatologica degli "eroi" Marvel sia un'autopsia, un'indagine su un qualcosa considerato un cadavere ormai freddo e in rigor mortis avanzato - l'operazione di Officina è invece un tentativo estremo di rianimazione di un immaginario secondo lui prigioniero di un corpo editoriale in coma da decenni.

I personaggi Marvel sono nati come innavotori, freaks, figli dei mostri dei B-Movie e "B-Comics" degli anni '50, incarnazioni inchiostrate delle immense paure di quegli anni, della morte radioattiva, della trasformazione degenerativa del corpo, di una società razzista e basata sulla vittoria (economica e sociale) del più forte sul più debole.

Sono stati un'intera generazione editoriale che si è rivoltata contro i sani e classici principi dei vecchi e borghesi Batman e Superman, rispondendo loro con un messaggio poco consolatorio se non disturbante.

Divenuti di successo e saldati nell'immaginario collettivo proprio per questi motivi - sono stati "schiavizzati"  dai vertici della casa editrice, e costretti a recitare sempre nella stessa parte, un tormentone con qualche pennellata di finto cambiamento, omogeneizzati più che omologati, per essere digeriti da qualunque pubblico che sia disposto a pagare per vederli danzare.

Officina ci prova ora, con un massaggio cardiaco a mani nude estremo, a rivitalizzarli, prendendo il meglio del fumetto cospirazionista modello Invisibles, citando Watchmen, smuovendo a calci la linea "Noir", iniettando (over)dosi massicce di cinema, televisione, videogioco, teatro, musica.
Rappresentando graficamente il tutto in maniera sporca, tagliente, ma anche immaginifica, come nel caso di Hulk.

Il sogno editoriale di Officina è il sogno di un pazzo, di una mente non perfettamente salda, piena di genialità quanto di incompletezza.

Riuscirà Officina a rendere materiale il tutto? Una simile proposta alla Marvel Comics potrebbe portare alla pubblicazione, o più probabilmente a una denuncia per "molestia editoriale"?

Il caldo dell'estate forse farà maturare il progetto. O forse lo farà marcire definitivamente.

Stay tuned.

--


Gli uomini X





Gli uomini X sono killer invisibili, si muovono - anonimi - tra di noi, si spostano nei corridoi di servizio, in hotel ed edifici abbandonati, vicoli deserti, il loro numero è di cinque e sempre sarà così.

Mercenari - agivano a contratto - questa squadra è stata "dismessa" in favore di una nuova che, guidata dal malvagio Professor X, sta commettendo omicidi apparentemente random.
In realtà seguono uno schema per portare il mondo verso il caos.

Gli uomini X sono formati da:
Worthington, l'angelo della morte, silenzioso non parla mai, figlio di un industriale del petrolio, rapito dal Professor X per inserirlo nel suo vivaio di killer;
Drake, detto Ice, il più pericoloso dei cinque, possiede tendenze sadiche e psicopatiche, esperto di armi con la lama, veste di bianco, ama sporcare il candore del suo vestito con il sangue delle sue vittime;
Summers, il capo, può sparare con qualsiasi arma da fuoco e centrare un bersaglio da distanze incredibili;
Mcoy, la Bestia,può spezzare una sbarra d'acciao a mani nude, non usa armi, lui stesso è un arma;
infine Grey, Marvel Girl, seduttrice spietata e letale, esperta in chimica, veleni e sostanze nocive di ogni tipo, ti seduce e non ti accorgi che stai morendo.

Professor X ex agente segreto della CIA, messosi in proprio come addestratore di killer, ora stanco della decadenza del dopo guerra fredda, ha deciso di distruggere l'umanità compiendo degli omicidi chiave, usando una nuova squadra di killer addestrata a questo proposito.
Inizialmente braccati i 5 si riiorganizzano iniziando a dare filo da torcere a Xavier e alla sua nuova squadra.


--
the Hulk





Il Dottor Banner è un genio, il Dottor Banner è un luminare nella scienza dei trapianti, il Dottor Banner è uno scoppiato, paranoide, dedito all'uso di droghe che lui stesso crea, ha il peggiore carattere tra i peggiori, è saccente, strafottente, ha spesso scatti d'ira.
il Dottor Banner insieme al Dottor Pym sta lavorando ad un enzima per la ricrescita dei tessuti, una scoperta rivoluzionaria per gli anni '60.
Sono vicinissimi al risultato, mancano solo pochi test: i tessuti in provetta si rigenerano, i tessuti sugli animali anche, il Nobel è dietro l'angolo, manca solo la sperimentazione sull'uomo.
La burocrazia rallenta il progetto, il Dottor Banner sclera, distrugge mezzo laboratorio: si parla di mesi prima di iniziare, il dipartimento della salute vuole altri test prima di dare il consenso alle prove sugli esseri umani.

La sera del 30 aprile 1967, Il Dottor Banner, strafatto di chissà cosa, entra in laboratorio, in anestesia locale si asportala milza e si inietta l'enzima denominato HLK066.
Si risveglia ore dopo dallo shock, secondo le radiografie la milza è al suo posto, l'enzima funziona.

Ore 8.46 am la milza del Dottor Banner ha raddoppiato la sua massa.
Ore 9.54 am il Dottor Banner è in preda a febbre e a spasmi.
Ore 10.29 am Il Dottor Banner ora possiede un nuovo fegato
Ore 10.51 am reni, milza, cistifellea, stomaco, intestino oltre ad avere raddoppiato la propria massa sono raddoppiati e in alcuni casi triplicati e quadruplicati.
Ore 11.16 am una massa di organi si è riversata sul pavimento nel soggiorno della casa del Dottor Banner.
Ore 11.42 am i vicini notano degli strani ammassi di qualcosa che fuoriescono dalle finestre della casa del Dottor Banner.
Ore 12.04 Una creatura che sembra un ammasso di carne e frattaglie ha inglobato la casa del Dottor Banner ed ha iniziato a spostarsi travolgendo tutto quello che incontra.

Vengono allertate le autorità: il Generale Ross e il Colonnello Ryker seguono le operazioni.
La creatura, con esplosioni controllate, viene spinta a dirigersi nel vicino deserto di Los Alamos.
La creatura che un tempo era il Dottor Banner sclera e aumenta ancora di massa assorbendo le rocce circostanti.
Ore 18.24 pm l'essere è alto 400 metri e ha un pessimo carattere.
Ross vuole usare una testata nucleare, Ryker vuole vedere come si sviluppa la creatura.
La creatura è fuori controllo e si dirige verso Las Vegas, il matrimonio di Elvis viene sospeso.

Prima che Ross lanci la testata nucleare, succede un fatto stranissimo: l'essere si ferma. Respira attraverso almeno un centinaio di polmoni, possiede almeno un altro centinaio di cervelli tutti coordinati dal cervello iniziale che ha quintuplicato la sua massa.
L'ex Dottor Banner ha ripreso il controllo.
Telepaticamente chiama il Dottor Pym, deve ancora reimparare l'uso del linguaggio, deve coordinare almeno un migliaio di bocche.
Il Dottor Creatura Banner, oltre ad aver il controllo di tutta la massa è diventato superintelligentissimo. Le sue attuali capacità porteranno sicuramente l'umanità a una nuova età dell'oro.
Lo scienziato Samuel Sterns non è d'accordo, si inietta anche lui l'enzima...
Ma questa è un altra storia....

--

the Iron Man





Qui si entra nel territorio delle leggende metropolitane di Doc Strange.
Los Angeles 1939: il figlio dell'industriale - genio dell'ingegneria, playboy, uomo del rinascimento americano - Philip Stark II, Anthony è un malato terminale.
Una rara malattia lo sta consumando molto velocemente, i dottori gli hanno dato 3 masi di vita, Anthony ha appena compiuto 18 anni.
Philip si mette al lavoro, crea un supporto vitale per il figlio. E' un polmone d'acciaio che gli ingloba anche la testa: lo protegge dal mondo esterno, ma lo blocca immobile, disteso, al suo interno. Ma gli permette di vivere, sempre che questa si possa ancora chiamare vita.
Nel frattempo in Europa si sentono i venti della Seconda Guerra Mondiale, Philip Stark si becca gli appalti del governo per la produzione di munizioni e qualche arma di distruzione di massa.
Il suo rivale in affari, un industriale senza scrupoli di origine cinesi chiamato il Mandarino viene a sapere dell'esistenza del supporto vitale.
Siamo al 6 dicembre del 1941.

Qui inizia la leggenda. Non vi è traccia di alcuna testimonianza scritta, ma secondo alcuni tecnici di laboratorio delle Industrie Stark, Philip pare essere riuscito a rendere più agile e semovente il polmone d'acciaio. Tutti i tecnici spariscono senza lasciare traccia. Le loro famiglie denunciano alla polizia la loro scomparsa, ma nessuno sarà mai rintracciato.
 
Philip Stark viene trovato morto nella sua villa di Hollywood: completamente carbonizzato, viene riconosciuto dai calchi dentari.
Anthony è scomparso, non si sa che fine abbia fatto.
Si dice che vaghi nei teatri di posa abbandonati della RKO,oppure nelle fabbriche chiuse del padre.
Da quel momento, agenti del Mandarino iniziano ad essere consegnati alla polizia o ne vengono ritrovati i cadaveri.
Melter l'assassino della fiamma ossidrica, il sadico Whiplash, l'ex attrice del cinema muto Madame Masque, tutti agenti del Mandarino, tutti trovati morti.
Nessuno ha mai assistito a questi scontri, si dice che Anthony sia morto e "l'armatura" si muova indipendentemente dal corpo. Ma sono solo supposizioni e speculazioni.
Nel giugno del 1972 alcuni capannoni delle ex industrie Stark vengono abbattuti....