24/08/2019
25/07/2012

Banksy sfida Londra

LONDRA - Cancelleranno anche i suoi graffiti dedicati alle Olimpiadi? Di Adam Martin

The Atlantic Wire (Usa), 24 luglio 2012


LONDRA - Come si sa, a Londra stanno per cominciare le Olimpiadi e nella frenesia organizzativa le autorità cittadine rischiano di  cancellare anche le opere di uno degli artisti contemporanei più apprezzati - il pittore di strada Banksy. Lunedì scorso, però, l'artista senza volto ha dimostrato che nessuna minaccia lo tratterrà mai dal creare opere dedicate all'evento sportivo, in un momento in cui tutti gli occhi del mondo sono puntati sulla città. 

Sul sito di Banksy infatti, sono apparsi dei disegni dal significato chiaro: la polizia, che ha intenzione di cancellare qualsiasi nuovo graffito dai muri londinesi, da ora in poi potrebbe correre il serio rischio di lavar via anche opere d'arte di riconosciuto valore. Un lanciatore di giavellotto-missile e un saltatore di filo spinato con l’asta sono i nuovi disegni di Banksy, apparsi in seguito ai vari arresti di alcuni 'graffitari' della settimana scorsa e dopo l’esplicito divieto di ogni forma street art nei pressi delle sedi dedicate agli eventi sportivi. Ma venerdì scorso anche Jonathan Jones ha scritto sul 'Guardian' che oggi come oggi Banksy è una delle maggiori attrazioni di Londra, viste le alte quotazioni delle sue opere e il grande successo e risalto della mostra a lui dedicata dal Bristol Museum del 2009, per non dire che già nel 2007 fu riconosciuto come grave errore cancellare con la vernice alcuni graffiti di Banksy dai muri di Bristol. 

Le due nuove opere sembrerebbero il chiaro manifesto delle intenzioni dell'artista, che vorrebbe usare le Olimpiadi come fonte di ispirazione, in aperta sfida alle autorità cittadine e alle loro intenzioni per mantenere il decoro delle strade londinesi.