23/08/2019
24/12/2015

Tg3 Comics - REGALI A FUMETTI

Uno sguardo su tutto il mondo del fumetto e su tutto il mondo, visto dai fumetti


Per la calza della Befana al posto di inutili dolciumi (ma anche per i regali di Natale in ultraritardo), e per tutto il 2016 in generale, da regalare ma anche da regalarsi per ottime e piacevoli letture


  - - di Riccardo Corbò - -

Per chi è ancora indeciso su cosa regalare, per chi non sa cosa regalare perché "ha già tutto", perché "ha dei gusti difficilissimi", perché "sono sempre le stesse cose ogni anno", con un fumetto (un buon fumetto) non si sbaglia mai.

La vastità di generi, di offerta, di cura delle edizioni permette di coprire qualunque passione, interesse, curiosità e di offrire sempre un punto di vista particolare, dal bambino al più disincantato professionista.


I consigli del Tg3web:


- "Quaderni Giapponesi" di Igort (Coconino Press-Fandango)
- "Pensavo fosse Amore invece era Matteo Renzi" di Mario Natangelo (Magic Press edizioni)
- "Prince Valiant - Integrale" vol.1-6 di Hal Foster (ReNoir)
- "Viola Giramondo" di Stefano Turconi e Teresa Radice (Tunué)
- "Roberto Recchioni presenta: i maestri dell'Orrore" vol.1-4 AA.VV. (Star Comics)
- "Batman Hush - DC Absolute" di Jeph Loeb, Jim Lee, Scott Williams (Lion)
- "Dottor Strange e Dottor Destino: Trionfo e Tormento" di Roger Stern, Mike Mignola e Mark Badger (Marvel Italia-Panini)

Off Comics:

- "Christine e la città delle dame", di Silvia Ballestra con illustrazioni di Rita Petruccioli (Editori Laterza)
- "Bruti" gioco di carte di Gipi





"Quaderni Giapponesi" di Igort (Coconino Press-Fandango) 184 pag, col.
Euro 19


All’inizio degli anni ’90 Igort è stato il primo disegnatore italiano e occidentale chiamato a lavorare per le riviste giapponesi, e da allora ha compiuto oltre venti viaggi con lunghi soggiorni a Tokyo.
Con il metodo dell’osservatore curioso e partecipe, con taglio personale e autobiografico, l’autore racconta e disegna i suoi incontri e collaborazioni con i grandi editor e autori dei manga, con registi, intellettuali, musicisti e scrittori.
Dalla grande casa editrice Kodansha a registi di culto come Suzuki Seijun a maestri dell’animazione come Miyazaki, dal cinema di Kitano alle raffinate musiche pop di Ryuichi Sakamoto, fino a giganti del fumetto come Tsuge, Maruo, Tatsumi, Shigeru Mizuki. Sulla scia dei ricordi, col metodo delle note di viaggio dell’”Impero dei segni” di Barthes, Igort apre tante finestre e suggestioni su un Giappone affascinante e nascosto.

Per chi ama il Giappone, un insieme di racconti raffinati e vibranti. Per chi è un appassionato di Manga, un "oltre lo specchio" fondamentale. Per tutti, un ottimo "documentario a fumetti" e una lettura anche dentro l'animo umano.
Per chi vuole veramente stupire, esiste anche una edizione extra lusso di gran formato, a tiratura limitata, 999 copie firmate e numerate, ordinabile solo su internet. 

 


-----

 






"Pensavo fosse Amore invece era Matteo Renzi" di Mario Natangelo (Magic Press edizioni) 144, col.
Euro 14


Natangelo è il vignettista satirico (uno dei pochissimi che si guadagna questo titolo, in Italia) de "Il Fatto Quotidiano".
Prendendo il meglio della sua produzione passata, mischiandola con ampissimo materiale nuovo, arrivando a dare forma ad un particolare diario privato/privato, da una parte visione caustica della contemporanea classe politica, dall'altra una parodia autoreferenziale sulla "Facebook generation", una generazione che si definisce "di trentenni", ma che si allunga annaspando fin dai vent'anni e oltre i cinquanta.

Contiene: un leader politico che pare un fumetto, in un fumetto dove pare un leader politico. Un fumettista alle prese con crisi di identità, crisi di sessualità, crisi di crisi. Una donna. E il resto dell'Italia.

Per chi è stufo dei soliti libri di satira fotocopiati da quaranta anni. Per chi vuole provare a staccarsi dalla politica come tifo e ripensarla come una cosa seria. Per chi ha comprato tutti i libri di Zerocalcare e ora non sa che leggere.


-----

 



"Prince Valiant - Integrale" vol.1-6 di Hal Foster (ReNoir) 112 pag, col.
Euro 21,17 a volume


Per più di 35 anni, Harold Foster ha scritto e disegnato Prince Valiant per le pagine domenicali dei giornali americani.
Opera fondatrice del fumetto, tra le maggiori "Sunday Strip", la saga di Prince Valiant è stata oggetto di diverse edizioni nel corso dei decenni. Questa collana, che sfrutta le più moderne tecniche di riproduzione e restauro dei colori, rende finalmente giustizia alla magnificenza dei disegni di Foster.
E' l'edizione cronologica e definitiva di uno dei capolavori del fumetto mondiale.
Partendo dalle primissime tavole, tutte completamente restaurate per l'occasione, il lettore può tornare ad ammirare le saga di Prince Valiant, perdendosi nel mondo fantasy arturiano immaginato da Hal Foster.

Per i nonni e i papà che lo hanno letto nei giornalini quando erano piccoli. Per chiunque ami il fumetto come arte, e vuole riscoprirne una delle sue radici principali. Per chiunque vuole leggere una lunghissima e appassionante saga fantasy, con i migliori disegni classici del genere.


-----------

 

..................



"Viola Giramondo" di Stefano Turconi e Teresa Radice (Tunué), 128 pag, col.
Euro 16,90


La protagonista di questa avventura si chiama Viola come il fiore di fine febbraio, come il settimo colore dell’arcobaleno, come lo strumento che nella famiglia degli archi fa da contralto.
Un nome che evoca la predisposizione a cogliere il bello di quanto la circonda. E che suona come un augurio quando si vive la profonda trasformazione dell’età adolescente.
Viola Vermeer, della grande famiglia del Cirque de la Lune, è una ragazzina curiosa, allegra ed espansiva, con una spiccata sensibilità per la bellezza in tutte le sue forme. N
el suo cammino in giro per il mondo - da Parigi a New York, dalla laguna veneziana all'India, dal Canada ad Amsterdam, da Damasco alle vette dell'Himalaya - incontrerà personaggi straordinari (come il pittore Toulouse-Lautrec o il compositore Antonín Dvorák) che, contagiati dal suo ottimismo, l'accompagneranno attraverso quell'età in bilico tra la voglia di spiccare il volo e il bisogno di avere un posto cui tornare.

Il romanzo a fumetti di Turconi e Radice, per la collana Tipitondi di Tunué, già premiata al Lucca Comics 2012 come miglior iniziativa editoriale, è ora anche in concorso alla Sélection Jeunesse del Festival di ANGOULÊME 2016.
Ma al di fuori dei riconoscimenti 'istituzionali', "Viola Giramondo" è una bellissima storia di formazione e crescita, con punti di vista non convenzionali e arricchenti.
I disegni e i colori di Turconi sono poesia visiva.

Per chi vuole il miglior "Young Adult" sul mercato. Per chi vuole le emozioni di un kolossal animato, sulle pagine di un fumetto.

 


------

 


"Roberto Recchioni presenta: i maestri dell'Orrore" vol.1-4 AA.VV. (Star Comics)  112 pag, B/N
Euro 15 a volume


"Dracula" di Michele Monteleone e Fabrizio des Dorides; "Alle montagne della follia", di Giovanni Masi e Federico Rossi Edrighi; Frankenstein di Giulio Antonio Gualtieri e Francesco De Stena; "Lo strano caso del Dottor Jekyll e Mr. Hyde" di Stefano Marsiglia, Francesco Francini, Riccardo Frezza.
Sotto la cura e la supervisione di Roberto Recchioni, quattro grandi classici dell'Horror rivivono in un adattamento contemporaneo a fumetti. Un ritorno alle storie classiche, originali, scevre di tutta la sovrastruttura di oltre un secolo di adattamenti e deviazioni dal canone.
La freschezza per assurdo sta proprio nel aver puntato sulle storie originali, vecchie di oltre un secolo, ma proprio per questo probabilmente mai avvicinate da tutto il pubblico contemporaneo che si nutre di vampipparoli, mutanti, film splatter, serial killer da tv, etc.

I disegnatori si confrontano indirettamente con i mostri sacri del fumetto e illustrazioni che li hanno preceduti su questi personaggi, ma ne escono bene grazie ad uno svicolamento da una sfida diretta e frontale: l'approccio è quello dell'ottimo fumetto popolare italiano (anche se con numerose impennate "autoriali" e strizzate d'occhio ai fumetti americani).

Per chi ama il genere Horror. Per chi ama il fumetto classico italiano e vuole scoprirne un nuovo tipo di approccio. Per i super esperti dello splatter/gore, a cui però mancano le basi.
 

------

 




"Batman Hush - DC Absolute"
di Jeph Loeb, Jim Lee, Scott Williams (Lion) 368 pag, col.

Euro 36.95


Il Cavaliere Oscuro da diversi anni gode di immensa (e meritata) fama presso un ampissimo pubblico che spazia dai bambini piccoli fino agli adulti più impegnati.
"Hush" è una delle saghe che hanno contribuito a formare e rinsaldare questa fama nei primi anni 2000, grazie agli splendidi disegni 'widescreen' di Jim Lee e alla trama ad alto contenuto di thriller, mistero e giallo. 
Tutto quello che fa parte dell'immaginario batmaniamo è presente in questa storia: pericolosi nemici, battaglie epiche, donne sensuali, grandi alleati e mortali pericoli e segreti.
L'edizione è quella "Absolute", ovvero di grandissimo formato di lusso, valida anche come "coffee table book", ricca di contenuti speciali e chicche inedite.

Per tutti. Dai ragazzi fino agli adulti, per chi vuole andare a sul sicuro.




 

-----

 


"DOTTOR STRANGE E DOTTOR DESTINO: TRIONFO E TORMENTO" di Roger Stern, Mike Mignola e Mark Badger (Marvel Italia-Panini) 88 pag. col
15 e 18 euro (standard e De Luxe Edition)


Una moderna edizione prestigiosa per un recupero d'annata di una delle graphic novel supereroistiche più intense di sempre.
Pubblicata originariamente nel 1989, la storia vede alleati molto particolari il Dottor Strange, maestro supremo delle Arti Mistiche e il Dottor Destino, sovrano di Latveria nonché arcisupercriminale.
La storia, impregnata di misticismo, magia ed esoterismo, travalica i confini della semplice storia di super eroi, muovendosi su più piani di lettura, adatti sia ad un pubblico giovane sia a quello adulto.
L'anima della madre del Dottor Destino è prigioniera nei più profondi meandri dell'Inferno, e Destino è disposto ad affrontare faccia a faccia Mefisto in persona, pur di liberarla.
 I disegni di Mike Mignola, resi ancora più incisivi - se possibile - dalle chine di Badger, anticipano gli scenari gotici e oscuri del capolavoro "Hellboy".
 L'edizione Panini è ottima, ricca di buoni apparati redazionali e nell'edizione De Luxe con un immenso mega poster.

Per chi ama i fumetti americani. Per chi ama le storie gotiche. Per tutti quelli che credono nella magia. Per tutti quelli che non lo avevano ancora letto. Per tutti quelli che lo hanno già letto, ma meritano una edizione definitiva da inserire nelle migliori librerie.
 

 -----

Categoria Off Topic: Nonsonofumettimasonobellissimilostesso

 

 

 


"Christine e la città delle dame", di Silvia Ballestra con illustrazioni di Rita Petruccioli (Editori Laterza) 64 pag, col.
Euro 18


Prendete Christine de Pizan, poetessa, filosofa, autrice di numerosi testi, prima scrittrice europea di professione, a cavallo  tra il 1300 e il 1400.
Unitela a Silvia Ballestra, classe 1969, scrittrice e traduttrice, autrice di libri cult come "il Compleanno dell'iguana" e "La guerra degli Antò" e a Rita Petruccioli, classe 1982, illustratrice impegnata con un grande amore professionale per i grandi personaggi archetipici, ed otterrete  un bellissimo libro, destinato ad essere un longseller della letteratura illustrata per ragazzi.

"Christine e la città delle dame" è l'adattamento de "La città delle dame", scritto da Christine de Pizan in risposta ai libri di Giovanni Boccaccio  e altri testi contemporanei e classici avversi alla condizione femminile, intrisa solo di passività verso l'uomo, di dubbio, malinconia e intemperanza.
Pizan vi contrappone una società utopica e allegorica in cui la parola dama indica una donna non per forza di sangue nobile, ma di spirito nobile.
Nella città fortificata e costruita secondo le indicazioni di Ragione, Rettitudine e Giustizia, la Pizan racchiude un elevato numero di eroine, poetesse, scienziate, regine e sante, realmente esiste o mitologiche, che offrono un esempio dell'enorme, creativo e indispensabile potenziale che le donne possono offrire alla società.

Su questa base originale, l'adattamento ai testi di Ballestra e le illustrazioni di Petruccioli aggiungono un approccio moderno e contemporaneo, portando ai giorni nostri un testo, ma sopratutto un tema, sempre attuale e necessario.

Per tutte le bambine. Per tutti quelli che vogliono un'alternativa alle principesse Disney, come modello pop dell'essere donna. Per tutti i bambini maschi intelligenti.

-----


 

"Bruti" gioco di carte di Gipi - 

Set base a partire da 20 euro


Lo avete probabilmente comprato, regalato, letto, seguito, nelle sue vesti di fumettista di prestigio e di candidato finalista al Premio Strega, nonché di regista applauditissimo al Festival di Venezia.
Ora Gipi vuole farvi impazzire e si presenta a voi come ideatore e realizzatore di un gioco di carte in stile medievale fantasy che riproduce combattimenti all'arma bianca (ovvero gente bruta e brutta che se le dà di santa ragione a mani nude o con qualunque oggetto le capiti tra le mani e possa sfracassare ludicamente la testa dell'avversario).
Sfidando tutti quelli che lo volevano incasellare in un modello di narratore "radical chic", Gipi spariglia le carte (è proprio il caso di dirlo) e pone la sua arte e i suoi acquarelli al servizio di un gioco pensato per appassionare chiunque si trovi bene con un mazzo di carte in mano, dal ragazzino nerd smanettone fino ad includere la posata giocatrice di Burraco, passando per i più impetuosi giocatori di Briscola e Scopa.
Se con le carte vi trovate nel vostro regno, Bruti fa per voi. Da 2 a 4 persone, con un modello di gioco immediato, intenso e impegnativo quanto rapido, se cercate un "giocone", noi vi indichiamo "Bruti".
Disponibile nei negozi di giochi specializzati. Per approfondire o per ordinarlo on line: la pagina Facebook del gioco.

Se proprio non vi basta, ci aggiungete "Come lo feci. L’art book di Bruti" è il librone brutale con tutti gli acquarelli in grande formato, edito da Fandango, a 40 euro.

Per tutti. Per tutti quelli che amano giocare. Per tutti quelli che amano Gipi. Per tutti quelli che amano l'estetica fantasy e medioevale. Per chi ama "Magic".
Per chi anche durante le feste vuole essere spietato e brutale.