03/09/2014
20/01/2011

C'é Dio
di guardia

Mumbai. A Shani Shinganapur, nel Maharashtra, la United Commercial Bank UCO ha aperto la prima filiale "senza serrature" tanto a protezione dell'istituto c'é una guardia molto speciale

The Times of India, 19 gennaio 2011

C'è Dio di guardia
Aperta la prima filiale di una banca "senza serrature"


Mumbai. A Shani Shinganapur, nel Maharashtra, la United Commercial Bank UCO ha aperto la prima filiale "senza serrature", anche se per legge sarebbero obbligatori sistemi di sicurezza high tech per tutte le banche, sia nazionali che private.
Shani Shinganapur è un piccolo villaggio nella provincia di Ahmednagar, dove la divinità principale è il Dio Shani. Il tempio locale a lui dedicato riceve più di 5 mila devoti ogni giorno, che diventano centomila nel fine settimana. "Abbiamo tenuto conto della religiosità della popolazione locale. E del fatto che, da quando da alcuni anni c’è questo tempio, che è uno dei più venerati e autorevoli, nel villaggio non si è verificato più nessun crimine, di nessun tipo. Vale la pena notare, anche, che le case in tutto il villaggio non hanno porte. Abbiamo pertanto deciso di correre il rischio e di aprire una filiale della banca, anch’essa senza serrature. E’ successo una settimana fa" ci dice un alto funzionario della banca.
Shankar Gadakh, un politico locale del NCP, è colui che aveva avviato le trattative con alcune banche, sia private che statali, per aprire una filiale per i devoti di Shani Shinganapur. Giustificandosi con questioni legate alla sicurezza, quasi tutte le banche avevano cortesemente declinato l'invito.
“E allora noi abbiamo preso contatto con la banca UCO, che ha deciso di soddisfare la nostra richiesta. Siamo coscienti del fatto che la cosa comporti un certo rischio; nonostante ciò, dopo aver attentamente valutato le caratteristiche della religione del posto, la banca ha deciso di aprire una  filiale che rispetti le usanze locali", ci ha detto il leader dell'NCP.
I responsabili della banca hanno valutato con attenzione lo stile di vita delle famiglie della regione prima di prendere qualsiasi decisione.
"Tutte le case non hanno porte; noi abbiamo deciso di fare lo stesso, con qualche adeguamento alle nostre esigenze: la nostra filiale le porte ce le avrà, ma non saranno mai chiuse a chiave. Si noti, però, che abbiamo preso adeguate precauzioni, sia per le cassette di sicurezza che per i documenti importanti” ha detto, aggiungendo che per i mesi a venire la banca aprirà anche un punto ATM nei pressi del tempio.
Gadakh ci ha spiegato che, grazie all’influenza e al potere del Dio Shani, da tempo il villaggio non conosce furti né rapine.
"La gente qui teme che, in caso di furto o rapina, il responsabile - e tutta la sua famiglia - dovrebbe vedersela con l’ira di Shani in persona".
Resta il fatto che le forze di polizia locali non sono affatto contente, e ci tengono a sottolineare che la filiale della banca è stata aperta in violazione delle norme di sicurezza. "In seguito all'aumento delle rapine nelle banche, sono obbligatori sistemi di sicurezza altamente efficaci. Una banca che apra un ufficio addirittura privo di serrature, lo fa contravvenendo alle condizioni generali. Porteremo il caso davanti al Dipartimento Centrale di Polizia e alla Reserve Bank of India” ci dicono.