22/08/2019
17/10/2014


Uno sguardo su tutto il mondo del fumetto e su tutto il mondo, visto dai fumetti

Prussiani contro alieni (!!! ndr)
il fumetto è in crowdfunding

Un epico, quanto improbabile, quanto spassoso scontro cyberpunk, finanziato direttamente dai lettori del fumetto

di Riccardo Corbò 



-----------------------------------------------------------------------------------------------------------

"Prussiani Vs Alieni"  è un fumetto di genere steampunk/umoristico scritto da Davide La Rosa e disegnato da Riccardo Pieruccini.

La particolarità di questa edizione è che non ci sarà un classico editore a finanziarla, a portarla in stampa e a distribuirla e promuoverla, ma sarà il pubblico stesso - i fan più accaniti come i lettori incuriositi - ad essere il diretto fautore della realizzazione del prodotto finale.

I due autori - Davide La Rosa e Riccardo Pieruccini - hanno deciso di sperimentare anche loro con questo metodo di finanziamento - ampiamente in voga a livello internazionale - da poco sfruttato anche ai nostri lidi.

Il crowdfunding non è un semplice ordinativo o pagamento anticipato della propria copia, perché a seconda del grado di entusiasmo e di coinvolgemento che il lettore si sente, può finanziare dalla semplice copia digitale, fino ad arrivare  - per il top dell'offerta, riservata ad ultra appassionati - alla presenza in effige come co-protagonista della storia, proprio nel cuore della battaglia, oltre ovviamente alla copia cartacea e a tanti altri gadget, firme e disegni personali degli autori compresi.

Il volume, di circa 100 pagine in b/n, sarà portato in stampa nei primi mesi del 2015 e narrerà la storia di un improbabile, quanto agguerrito e tecnologicamente avanzato esercito prussiano che si trova a dover combattere una minaccia venuta dallo spazio.

Visto che il periodo è il XVIII secolo, agli albori della Rivoluzione Industriale, una colorita task force di sei eroi di guerra combatterà questi alieni con l'aiuto di enormi robot in pieno stile steampunk: veri e propri gioielli a ingranaggi, con leve, pedali, catene, cinghie e rugginose ruote dentate e che sbuffano tipico vapore ottocentesco.


La storia e le situazioni sono fortemente ispirate ai cartoni animati giapponesi dei robottoni degli anni 70-80, con continue citazioni che faranno divertire ed emozionare chiunque conosca serie come MazingerGoldrake Daitarn III e i fan più accaniti degli ultimi Pacific Rim e dei Transformers di Michael Bay.

Attenzione!! C'è tempo solo fino al 25 ottobre per arruolarsi in questa guerra prusso-aliena, solo se la quota prevista di budget sarà raggiunta lo scontro cartaceo potrà avere inizio!


 
_____



La trama


"È il 1789. L'attenzione di tutto il Mondo è puntata sui tumulti rivoluzionari francesi e nessuno si è accorto che l'esercito prussiano è intento a respingere una minaccia aliena.

Ma facciamo un passo indietro di qualche settimana.

Il pingue Re Federico Guglielmo II ha il peggior risveglio della sua vita.
Una notizia inquietante riecheggia per il palazzo reale: tutti i cavalli di Prussia sono spariti. Non poteva succedere cosa peggiore allo stato che fa del proprio esercito un vanto... Dopotutto un esercito del XVIII secolo senza i cavalli non è un vero esercito!


Chi li ha fatti sparire? Chi può aver rubato tutti quegli animali in una notte sola?
I servizi segreti non ci mettono molto a scoprire che il colpevole è arrivato dal cielo.
A rapire tutti quegli equini sono stati spietati alieni provenienti dalla Luna!
Non ci sono storie: quei cavalli vanno recuperati, e subito!

Come fare? I prussiani hanno un corpo speciale, una task force segreta composta da soli sei uomini, o meglio, tre uomini e tre donne.


Tutti soldati scelti tra i migliori militari del regno di Prussia. Ognuno di questi agenti scelti è al comando di un robot.

Riusciranno i Prussiani a respingere la minaccia aliena? "











_______

 

GLI AUTORI

DAVIDE LA ROSA

Davide La Rosa nasce a Como il 23 Giugno 1980 (sì, Como c'era già negli anni 80). Fa un mucchio di cose di scarso interesse fino al 2001 quando si iscrive alla scuola del fumetto "La nuova Eloisa". Dal 2002 è cofondatore di "Fumetti Disegnati Male", rivista tuttora attiva, come attivo è il suo blog, "Mulholland Dave" dove pubblica una secchia di fumetti scritti e disegnati - appunto - male. Dal 2010 inizia a pubblcare con Nicola Pesce Editore con il quale ha pubblicato tre libri. Dal 2011 lavora come sceneggiatore per la Star Comics con la quale ha creato e pubblicato la serie "Suore ninja". Ha inoltre collaborato con la trasmissione "Voyager" di Rai2 e per la rivista del "CICAP". Fa anche altre cose e ha 3 gatti. Morirà il primo mercoledì utile.

RICCARDO PIERUCCINI

Riccardo Pieruccini nasce a Lucca nel 1979. Quando si rese conto che erano gli anni ’80 - dopo aver visto un video di Mc Hammer - decide che avrebbe dedicato anima e corpo ai cartoni animati robotici che in quel periodo arrivano a fiumi dal Giappone. Il passaggio dagli anime ai fumetti fu la sua iniziazione: letture, esperimenti, duro esercizio e formazione lo portarono a laurearsi in Pittura all’Accademia di belle Arti di Firenze e diventa allievo di Simone Bianchi (Marvel), per il quale lavorerà dal 2011. Nel 2001 vince il Pierlambicchi d’oro ma la ferma convinzione che prima o poi riuscirà a pilotare un robot alto 50 metri e costoso quanto il Pil della Lombardia per puro sfizio lo spinge a darsi al fumettismo per non morire di fame nel frattempo. Ha collaborato con Marvel (supplier, serie Thanos Rising, New avengers, Original Sin), Star comics (penciler, Cornelio, The secret) e Rainbow (penciler, Winx), alternando lavori di illustrazione per film (Gabriele Savatores) e pubblicità, e ha insegnato comics e sktching alla Florence Design Academy dal 2007 al 2011. Oggi, nonostante disegni prussiani con robottoni assieme a Davide la Rosa, pare sia ancora in salute.





Contatti: