25/08/2019
01/07/2012

Gioco, spettacolo, meraviglie, visioni, sonorità, letture, immaginazione

 

"Assassin’s Creed Art (R)evolution", il libro d'arte dei videogiochi

A Roma, la presentazione del volume e l'annuncio di un museo temporaneo

 

 

- Mercoledì 4 luglio 2012 al Caffè Letterario - Via Ostiense 95, Roma

- Fino al 20 luglio 2021, Mostra LANDSCAPES REWINDED

 


 

Lanciata nel 2007, la serie “Assassin’s Creed” ha venduto più di 38 milioni di copie in tutto il mondo e oggi rappresenta una delle saghe più popolari e vendute per le console di nuova generazione.

Acclamata per la profondità e la ricchezza della sua trama, la serie di “Assassin’s Creed” è andata oltre i videogiochi, conquistando altre forme d’intrattenimento come fumetti, romanzi, corti cinematografici e spopolando sui social network.


In questa estate 2012, l’Italia - luogo scelto per l’ambientazione storico-geografica e artistica di 2 episodi di “Assassin’s Creed” e patria di Ezio Auditore, forse il più amato tra i protagonisti - propone un momento innovativo per la Game Culture internazionale.


Tra luglio e settembre mostre e presentazioni toccheranno le città vissute nel gioco come Roma, Firenze, Venezia.


Landscapes Rewinded è il tema della prima mostra in revealing creata apposta per la città di Roma, con esposizione di opere di concept art che riguardano i paesaggi romani del videogioco e alcune significative anticipazioni sul nuovo capitolo, "Assassin’s Creed III Liberation".

Saranno veri e propri quadri infatti in mostra e a disposizione del pubblico nel bookstore del Caffè anche il nuovo libro che affronta la lettura del videogioco sotto forma di arte contemporanea.


Edito da Skira, il volume si presenta con 190 immagini a colori, 176 pagine di contributi critici, interviste ai creatori e scrittori, dizionari e molte visioni alternative del gioco, per offrire una lettura “scientifica” e artistica di questa nuova opera d’arte del XXI secolo: il videogioco e nello specifico tutti gli episodi di Assassin’s Creed dal 2007 a oggi, un titolo che ha fatto dell’Arte e della Storia il suo centro e la sua missione.


“Il videogioco non è solo entertainment - si legge nella copertina del libro.

È un media, un’espressione culturale, un generatore di emozioni, visioni del mondo, idee e storie. Alcuni dicono anche che i game designers hanno catturato i meccanismi arcani dell’apprendimento.

Il videogioco contamina la pedagogia, la comunicazione, la pubblicità, l’intera iconografia dell’immaginario contemporaneo, l’arte.

Ma un videogioco può essere considerato arte? Con Assassin’s Creed Art (R)evolution vogliamo dare un contributo a questa riflessione”.


Tra i prossimi appuntamenti: a Firenze il 12 luglio verrà annunciato il Contest artistico insieme alla Scuola Internazionale di Comics: i migliori lavori verranno esposti al "Wow-Spazio Fumetto" di Milano nel mese di ottobre insieme alle tavole di Assassin’s Creed.

 

Art (R)Evolution, il museo temporaneo di Assassin’s Creed, sarà il titolo dell’esposizione temporanea al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano - il più importante museo tecnico –scientifico italiano, che fin dalle sue origini favorisce il dialogo tra arte e scienza - si vedranno un centinaio di opere tra quadri, filmati, allestimenti particolari, da settembre a novembre.


Il progetto è legato a Game Art Gallery, che lo scorso anno ha portato l’arte dei videogiochi alla 54ma Biennale di Venezia.