13/12/2019
23/11/2011

----------------------------------------- La tecnologia in pillole -----------------------------------------

a cura di Pasquale Martello
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------
"Olive", il primo lungometraggio
girato interamente con uno smartphone

1312/2011
Dopo il film di mezz'ora del regista sudcoreano Park Chan-wook vede la luce il primo lungometraggio ripreso interamente con uno smartphone.
L'idea è del film maker indipendente, Hooman Khalili, che ha preso un telefonino Nokia N8, l'ha montato su un treppiede, ci ha aggiunto una lente da 35 mm per avere maggiore profondità di campo e ha pensato bene di scritturare un'anziana celebrità come l'ottantunenne attrice Gena Rowlands, vincitrice in passato di un Golden Globe.
La trama racconta di una bambina che trasforma la vita di tre persone senza pronunciare una sola parola.
Khalili sperava di avere una qualche forma di sponsorizzazione da parte di Nokia, ma ha ricevuto un secco rifuto. Dalla Finlandia si sono limitati a spedirgli un telefonino, e ad augurargli buona fortuna.
Il film Uscirà in Usa il 16 dicembre, in tempo per la corsa ai premi Oscar.
Find My Face: il riconoscimento facciale di Google+
1212/2011
Google ha deciso di aggiungere una nuova funzione a Google+ chiamata "Find My Face". Si tratta di un sistema di riconoscimento automatico dei volti sulle foto che consente tag automatici degli utenti ed il riconoscimento degli amici. Sarà in questo modo molto più semplice taggare i propri amici nelle foto; amici che dovranno a loro volta attivare la funzione.
"Find My Face" utilizza la logica dell’opt-out, ovvero, il diritto di opzione. La funzione è infatti facoltativa e per essere disponibile ha bisogno del consenso dell'utente.

Android Market: scaricati 10 miliardi di app
07/12/2011
Lo scorso weekend, l’Android Market ha superato i 10 miliardi di app scaricate, registrando un tasso di crescita pari a 1 miliardo di download al mese.
Per festeggiare questo risultato, alcuni sviluppatori partner renderanno disponibili sull’Android Market delle nuove app a soli 10 centesimi per i prossimi 10 giorni.

 

 

L’esercito degli hacker
06/12/2011
Per dare la notizia che segue, potremmo adattare ai tempi moderni il vecchio adagio "Solo un ladro sa come acchiappare un ladro" e coniare “Solo un genio dell'informatica sa catturarne un altro”.
E' questa la logica, infatti, che sta dietro alla risposta indiana di questi giorni alla crescente paura di una “cyber guerra”.
L'anno scorso il governo indiano è rimasto a dir poco sgomento di fronte agli effetti dell’attacco del virus Stuxnet sull'impianto nucleare iraniano di Natanz. E quindi, dopo una serie di attacchi ad aziende e siti web governativi indiani, un gruppo di hacker “eroi”, come si sono autodefiniti, sta mettendo insieme un piccolo esercito. 

leggi l'articolo >>

Smartphone con spia
02/12/2011
Avrete senz’altro almeno sentito parlare di “Carrier IQ”, il software pre-istallato su milioni di smartphone, che registra e memorizza ogni tasto che premete, ogni sms che mandate e ricevete, ogni sito internet che visitate e così via...
Se siete proprietari di uno smartphone, quindi, dal BlackBerry all'iPhone all'Android, vi starete chiedendo se il suddetto avrà o no Carrier IQ e, se sì, se si fa a toglierlo, ammesso che si possa fare.
Ecco quindi una veloce guida su tutto quello che si sa su “Carrier IQ”, sistema operativo per sistema operativo.

leggi l'articolo >>

Approvate le nuove regole per lo sviluppo della banda larga in Italia
23/11/2011
L'Autorita' delle Comunicazioni ha approvato nuove norme sulle reti di nuova generazione, che puntano a semplificare le procedure e ridurre i costi di realizzazione delle opere civili.
E' quanto si legge in una nota dell'Autorita', che sottolinea come il provvedimento fornisce una serie di regole finalizzate all'incentivazione dello sviluppo delle reti a banda larga.
Queste alcune delle norme contenute nelle nuove regole su reti ngn.
Gli operatori potranno e dovranno condividere le medesime infrastrutture quando la situazione non consentirà soluzioni alternative, in casi come motivi di sicurezza e salute pubblica, tutela ambientale e pianificazione urbanistica.
Verrà predisposto un catasto delle infrastrutture in cui verranno censite dorsali in fibra ottica.
I proprietari delle infrastrutture saranno obbligati a rendere noto le procedure per l’accesso alle medesime e i relativi costi.
Approvate dall'AGCOM anche le nuove regole non vincolanti per i Comuni atte a semplificare e armonizzare le procedure adottate dagli enti locali per consentire agli operatori la realizzazione sul territorio di reti a banda larga.
Android rinuncia a Flash
21/11/2011
Dopo iPhone e Windows Phone anche su Android sembra non esserci spazio per Flash. Google ha infatti comunicato che i nuovi device dotati di Android Ice Cream Sandwich non saranno dotati di Flash Player.
Non è comunque una chiusura definitiva. Qualora infatti Adobe mettesse a disposizione il Flash player, Android sarebbe disponibile ad ospitarlo.
Adobe ha però confermato l’abbandono di Flash per il mobile, dichiarando partita persa nei confronti dell’HTML5.
Attacco hacker: immagini porno su Facebook
16/11/2011
Il social network più famoso della rete sta attualmente facendo i conti con il porno. Da circa 24 ore infatti il social network è divenuto il bersaglio dei pirati informatici che stanno diffondendo migliaia di immagini pornografiche o violente.
Nei giorni scorsi gli hacker di Anonymous avevano minacciato che avrebbero preso di mira il famoso social network dimostrando la vulnerabilità  della sicurezza. Una missione denominata "Kill Facebook Day", ovvero "Il giorno dell'uccisione di Facebook".
Le immagini ritrarrebbero personaggi noti in pose erotiche e violenze, anche sugli animali.
La squadra che cura la sicurezza su Facebook sta attualmente lavorando per rimuovere i materiali che violano le condizioni di utilizzo del sito.
Berners-Lee: "che il web sia pubblico e neutrale"
14/11/2011
Con l'iniziativa "Happy Birthday Web" vengono celebrati a Roma i 20 anni della rete Internet.
L'evento è stato seguito in diretta streaming anche sul nostro sito web. Grande ospite del galà Tim Berners-Lee, il padre del World Wide Web,
Berners-Lee ha sottolineato la differenza che c’è fra Internet e il Web: "Io non ho inventato Internet che esiste da quarant’anni. Venti anni fa vivevo in un mondo in cui ero libero di accedere alla Rete senza essere spiato né bloccato. Lavoravo al Cern con persone di tutto il mondo, scambiandoci documenti scritti in linguaggi diversi e creati su sistemi operativi diversi e che a volte non si riuscivano a leggere proprio per queste differenze. Internet era una piattaforma. Io ho iniziato creando un browser, un server e delle pagine web".
Ha poi raccontato che "Uno dei punti di orgoglio è che quando si mette sul web si rende accessibile a persone che prima non l’avrebbero avuto, c’è una grande accessibilità".
Ha quindi aggiunto."Dobbiamo iniziare a parlare di diritto all'accesso al web e di diritto a non essere spiati. Internet deve restare gratis, aperto e neutrale". I governi devono usare il web come supporto perche' aumenta l'efficienza e l'accessibilita' ai dati. Le persone che votano devono essere informate. Bisogna ridurre il divario digitale".

Happy Birthday Web
14/11/2011
Venti anni fa, precisamente nel 1991, veniva formalmente messa online la prima pagina web. La Rete festeggia da Roma il suo compleanno in diretta web con il papà del www, Tim Berners Lee

Lunedì 14 novembre 2011 dalle 10 la Rete festeggerà il suo compleanno, in diretta web “a Rete unificata”, con il padre del www Tim Berners Lee. Venti anni fa, precisamente nel 1991, veniva formalmente messa online la prima pagina web. Nata da un’idea di Berners-Lee, allora ricercatore del Cern, per la distribuzione di dati scientifici basata su ipertesti, si trasformò presto in una svolta epocale.

leggi l'articolo >>

C'è un po' d'Italia nell'FBI!
11/11/2011
Una truffa da 14 milioni di dollari e la più grande operazione contro la cyber criminalità fino a oggi
L’FBI grazie al supporto Trend Micro chiude la più grande rete di botnet mai scoperta, che aveva fatto  4 milioni di vittime in 100 paesi
·        Il più grande colpo inferto alla cyber criminalità fino ad ora
·        Una truffa da 14 milioni di dollari
·        Quasi 500 mila computer si trovano negli Stati Uniti e molti appartenevano ad associazioni governative come ad esempio la NASA
·        Attraverso un malware gli ignari utenti quando effettuavano una ricerca online venivano reindirizzati verso altri siti o vedevano apparire messaggi pubblicitari che però generavano entrate per i criminali e non per gli editori legittimi.
·        L’operazione è stata condotta dall’FBI, la Polizia Estone in collaborazione con Trend Micro
·        L’operazione, denominata “Operation Ghost Click” dall’FBI ha diretto un raid contro due data center a New York e Chicago durante il quale un’infrastruttura composta da più di 100 server è stata messa offline.
·        Contemporaneamente la Polizia Estone ha arrestato diverse persone a Tartu, in Estonia
·        Il gruppo criminale che controllava ogni passo, dall’infezione con Trojan allo sfruttamento e monetizzazione delle reti infette, era una compagnia estone conosciuta come Rove Digital.
·        Rove Digital era una holding che comprendeva altre società, come Esthost, Estdomains, Cernel, UkrTelegroup e altre ancora
 
 
Rik Ferguson, esperto mondiale di minacce Trend Micro ha commentato: "Questa azione rappresenta il più grande colpo inferto alla cyber criminalità della storia. Sei persone sono state arrestate grazie alla cooperazione internazionale delle Forze dell’Ordine e all’intelligence fornita da Trend Micro. Più di 4 milioni di vittime in più di 100 paesi sono state salvate dall’influenza maligna di questa botnet e un’infrastruttura di oltre 100 server criminali è stata smantellata."