08/12/2019
05/07/2012

----------------------------------------- La tecnologia in pillole -----------------------------------------


Da Google la pagina
per seguire Isaac

Anche Google segue l'avanzata di Isaac verso New Orleans. Il motore di ricerca ha attivato una Crisis Response Map che contiene tante informazioni, dall'andamento della tempesta che e' sul punto di diventare un uragano, alle vie di fuga possibili per gli evacuati.
Fra i servizi offerti dalla mappa ci sono anche la ricerca della propria citta' per avere una valutazione dell'impatto, la possibilita' di essere avvisati via mail su eventuali pericoli incombenti.
Samsung: titolo in forte calo
Dopo la sentenza che ha condannato Samsung a pagare 1,05 miliardi di dollari a favore della Apple, il titolo della casa sudcoreana ha subito un calo sul mercato che fatto scendere di quasi 10 miliardi di dollari il valore della compagnia. Il titolo Samsung perde infatti il 7% nell'ultima seduta di contrattazioni presso la borsa della Corea del Sud. Per Samsung è il crollo peggiore dall’ottobre del 2008.
A questo punto si attende con ansia l'esito del verdetto di settembre che potrebbe portare al divieto di vendita negli stati uniti dei prodotti che violano i brevetti Apple.
Animazione 3d Futurista :
Bello Paese - italian 3d animation blender HD

Animazione 3d Futurista - Bello Paese
Come gli stranieri chiamano l' Italia
Creata in Blender - Finalista Suzanne Awards 2010

Cibi alla gogna
sul portale anti contraffazione

Ogni anno entrano in Italia prodotti alimentari 'irregolari' per oltre 2 miliardi di euro.
Nella Repubblica Ceca il Ministero dell'Agricoltura, per sensibilizzare i consumatori, ha creato un sito dove segnalare tutti i cibi da ritirare dal mercato perché contraffatti.
Sul portale sono descritti e illustrati con fotografie centinaia di prodotti alimentari adulterati, scaduti, vietati o con etichette dubbie.

>>guarda la vignetta
Twitter in tilt per le Olimpiadi?
Twitter in panne alla vigilia dell'apertura dei giochi olimpici.
I tecnici si sono messi subito per capire e per riparare il guasto che ha reso inaccessibile la piattaforma in alcuni paesi.
Inizialmente il blocco era stata imputato a un sovraccarico di tweet sui Giochi, ma parrebbe non essere questa la causa. Il social network ha infatti ripreso a funzionare regolarmente a partire dalle 19:25.
L’azienda fa sapere che investirà ulteriori risorse per migliorare l’infrastruttura e garantire un servizio più affidabile.
ParAnoia: la Wikileaks di Anonymous
Con la motivazione di eccessiva lentezza nell'aggiornamento del portale di Julian Assange, fondatore di Wikileaks, il team di Anonymous ha presentato un suo progetto personale chiamato ParAnoia.
Potentially Alarming Research: Anonymous Intelligence Agency è il sito web realizzato appositamente per diffondere le notizie pubblicate dal sito di Julian Assange ma anche provenienti da altre fonti.

La finalità del nuovo portale resta tuttavia la diffusione di materiale riservato e segreto che è doveroso portare a conoscenza della società civile.
YouTube introduce
l'oscuramento dei volti

Google ha annunciato l’introduzione di una nuova funzionalita' che permette di sfocare i volti delle persone che compaiono nei video, utile per la privacy ma anche per proteggere l'identita' di persone che postano immagini in situazioni particolari come le rivolte politiche: e' la novita' introdotta da YouTube.
''I cittadini svolgono un ruolo cruciale nel dare informazioni e nel condividere video relativi ai diritti umani nel mondo. Siamo impegnati a creare migliori strumenti di aiuto'', dice Amanda Conway di YouTube.
Il primo smartphone LTE Sony
Si chiama ''Xperia ion'' il nuovo smartphone di alta gamma firmato Sony.  Schermo da 4.6", fotocamera da 12 megapixel e processore da 1.5 GHz dual core. Benchmark Quadrant incluso.
Arriverà nei negozi italiani a settembre

iTwin: i file di casa tua in ogni angolo del mondo
iTwin consente di accedere con facilità ed in tutta sicurezza al proprio hard disk da remoto semplicemente disponendo di computer e di connessione ad internet.
E’ come avere una chiave di acesso a tutti i tuoi file nel palmo della mano. A differenza di tutte le soluzioni di archiviazione portatili e dei servizi di cloud storage tutti i tuoi dati restano al sicuro negli hard disk a casa o in ufficio.
Nessun dato viene trasferito su iTwin, su server di terzi parti o duplicato sul tuo computer.
iTwin è compatibile con tutti i computer equipaggiati con sistema operativo Microsoft Windows XP, Windows Server Edition, Windows Vista, Windows 7 (32 o 64 bit) e con Apple Mac OS X (Snow Leopard) ed OS X Lion.
iTwin funziona anche in presenza di Firewall e Proxy Server.

Web: si rischia l'armageddon?
Per i pc infettati dal virus ''Dns Changer'' è allarme rosso.
Piu' di 400mila computer in tutto il mondo, oltre 26mila in Italia, potrebbero restare offline.
I pc infetti erano stati fino a questo momento collegati alla rete tramite un server temporaneo messo a disposizione dall'Fbi, un server che verra' spento oggi.
''Dns Changer'' e' un virus creato per truffare gli utenti convertendo i nomi dei siti web in indirizzi IP e viceversa, dirottando il traffico verso siti illegali e compromettendo quindi la sicurezza dei computer.
In pratica un utente clicca su un sito ma il virus lo reindirizza su siti da cui si può risalire ai propri dati personali.
Chi non ha provveduto ad eliminare il virus dal suo computer rischia di rimanere quindi senza connessione.
L'Fbi consiglia di fare un check-up del proprio pc andando sul sito www.dcwg.org. Dopo aver clicccato sul Paese di interesse si tratterà di aspettare il controllo del computer e utilizzare gli strumenti cmessi a disposizione per ripulire il pc dall'eventuale virus.
Sarebbero sette gli hacker arrestati in Russia ed estradati negli Usa per aver creato il Dns.
Che noia l'iPhone
E' tempo che Apple
ci proponga qualcosa di nuovo

di Farhad Manjoo, Slate Magazine 3 luglio 2012

Cinque anni fa, dopo aver fatto la fila all'Apple Store quasi tutto il giorno, riuscivo a mettere le mani sul mio primo iPhone. Corso a casa, l'ho connesso a  iTunes, ho giurato fedeltà alla Apple e ho attivato il contratto con un operatore telefonico. Per le ore a seguire ho toccato tutto quello che potevo toccare sul touch screen. La modernità era lì. La sentivo.
Il  primo giorno col nuovo magico telefonino mi sono venute in mente due cose: primo, che avrebbe rivoluzionato il settore dei cellulari,  perché velocità,  semplicità d'utilizzo,  innovazione e potenzialità del touch screen rendevano obsoleto ogni altro smartphone. Il Blackberry e tutta la sua genia erano acqua passata.
Poi ho provato una certa delusione. Qualche mese prima dell'uscita dell'iPhone Steve Jobs aveva blindato l’iPhone, assicurando che solo la Apple sarebbe stata in grado di creare programmi per l'iPhone. Con il tempo ho capito che si trattava di una visione piuttosto miope.  L'iPhone non era esattamente un computer ma dava l’impressione di esserlo. Era un apparecchio multifunzione (cellulare, riproduttore di musica, browser per il web e un 'assistente personale'), le cui potenzialità potevano essere sviluppate all'infinito da terzi. Più lo usavo, più avevo voglia di usarlo. Giochi, film e musica in streaming, Skype e cose che mai avrei immaginato fossero possibili. In altre parole, l'iPhone prometteva un sacco di cose, ma non si capiva bene dove stava andando a parare. Nel 2008, quando la Apple rese l'apparecchio accessibile per le applicazioni sviluppate da altri, l’iPhone sembrò tenere fede alla promessa iniziale. Attraverso l'App Store riusciva a fare di tutto, al punto da fagocitare il resto del mondo tech. Oggi sul mercato un telefonino su due fa quello che fa l'iPhone (e magari sembra anche un iPhone).
Bada bene, mica un cellulare qualsiasi: stiamo parlando di quello che ha ispirato l'iPad, l’ “aggeggio” che sta portando scompiglio sul mercato del PC e che è diventato la fonte delle migliori innovazioni per i nostri computer (sia Mac OS che Windows prendono a prestito le loro funzioni migliori dagli apparecchi touch). Ecco. Tutto ciò si deve alla comparsa dell'iPhone.
Eppure... questo iPhone ci ha stancato. O no? L'apparecchietto di Apple non mi elettrizza più. Il mese scorso non ho fatto che sbadigliare alla conferenza dell'azienda; quando Scott Forstall, capo dei sistemi operativi della Apple, ha presentato con entusiasmo le nuove capacità dell' OS mobile, mi sono chiesto "Tutto qui?". La piattaforma mobile di Apple una volta era senza ombra di dubbio il miglior sistema operativo per smartphone al mondo; oggi sembra buona tanto quanto tutte le altre. Il che andrebbe bene se si trattasse di un'azienda qualsiasi, ma per la Apple non basta

 (continua in inglese....)


Un tablet da "cani"
Una simpatica cagnetta Corgi di nome Chloe, ha testato di persona l'iPad per vedere se ne sarebbe uscito qualcosa di buono...

Essere felici con emotID
Tutti vogliono essere FELICI. Però la maggior parte delle persone pensa di poter essere felice solo quando avrà raggiunto un particolare obiettivo, quando possiederà quella particolare cosa, quando avrà ottenuto quel premio tanto ambito...
La verità è che la felicità va cercata e trovata in ogni momento della vita.
Entra subito nel mondo emotID, crea il tuo personaggio, fatti un emoTAG, osserva come cambia il tuo personaggio, comprendi le tue emozioni, condividile con gli altri, rifletti sui consigli e migliora il tuo stato emotivo.

Tg "3 domande" a:
Michele Fariselli - CEO & Founder emotID

I report analitici delle principali conversazioni su Twitter

I social media anche in Italia hanno definitivamente rivoluzionato il modo di interagire, confrontarsi e formare l'opinione pubblica: in particolare Twitter, più ancora di Facebook, è diventato un'arena a cielo aperto dove esprimere liberamente e senza filtri la propria opinione non sempre "politically correct".
Affinché una fascia di pubblico, professionale e non, possa sempre meglio comprendere e metabolizzare quali siano le dimensioni del fenomeno e gli argomenti più discussi in Italia, Assodigitale inaugura il rilascio di una reportistica analitica ed approfondita, che racconterà al pubblico italiano gli insight e i dietro le quinte delle principali conversazioni digitali italiane.
Si parte con il controverso rapporto tra i viaggiatori e le ferrovie, esploso clamorosamente nelle conversazioni digitali legate all'hashtag #meetfs, che non ha risparmiato divertenti e sottili arguzie a tema e pesantissime polemiche di ogni genere, tanto da aprire un'intensa conversazione che ancora continua in rete tra i sostenitori e i detrattori dell'operazione di comunicazione digitale, messa in atto per promuovere l'immagine del servizio pubblico di trasporto offerto dalle Ferrovie dello Stato e Trenitalia.
I numeri di #meetfs sono in assoluto rilevanti per una conversazione che ha avuto il suo epicentro il 20 giugno: dal pendolare agguerrito al cliente dell'alta velocità, passando per i principali guru della rete internet italiana, con picchi di oltre 350 tweet all'ora e ben 3.102 tweet complessivi rilevati sull'argomento, contraddistinti da un sentiment prevalentemente negativo che ha sfiorato il 69% dei messaggi contro una risicata percentuale del 5% di commenti benevoli e un 26% di messaggi "neutri".

Per approfondimenti a questo link è possibile scaricare il report completo dell'analisi conversazionale dell'hashtag #meetfs su Twitter

Facebook anche per gli animali!
Una sorta di Facebook per gli animali in arrivo da Oxford.
L’intenzione è quella di arrivare a capire come si formino le comunità di animali che decidono  di condividere la propria esistenza con altre specie, per comprendere se si possa instaurarsi un rapporto di tipo ‘’social’’ simile al modello Facebook.
L’intenzione iniziale degli esperti era lo studio esclusivo delle cinciallegre dei dintorni di Oxford, ma il progetto è stato in seguito esteso anche agli altri animali in generale.
“Quello che abbiamo dimostrato – ha detto Ioannis Psorakis, studioso del dipartimento di ingegneria dell’Università di Oxford - è che è possibile costruire un ‘Facebook per animali’ rivelando con chi sono affiliati, chi sono i membri dello stesso gruppo, quali sono gli uccelli che stanno andando regolarmente a raduni o a eventi”.