20/10/2019
25/07/2012

2012 - Profumi nello spazio

USA - Houston abbiamo un problema: nello spazio c'è puzza di bruciato. Ma anche profumo di lampone. Di Jill Langlois

The Global Post, 24 luglio 2012


Gli astronauti di ritorno sulla Terra hanno raccontato - con una certa sorpresa - di strani odori sentiti nel corso delle ‘passeggiate’ nello spazio. Secondo alcuni articoli comparsi sulla stampa americana avrebbero avvertito odore di carne bruciata vagamente metallico; altri raccontano, una volta rientrati alla base, di aver sentito odore di lampone o di un liquore dolce, tipo il rum, che aveva impregnato tutto, dalle tute, ai caschi, ai guanti e alle apparecchiature. Il chimico Steven Pearce, che per la Nasa ha il compito di ricreare sulla Terra gli odori presenti nello spazio per l’addestramento degli astronauti, sostiene che la natura metallica degli aromi potrebbe derivare dalle vibrazioni ad alta energia degli ioni. 

Secondo la rivista Discover Magazine quello che gli astronauti hanno davvero sentito sono idrocarburi policiclici aromatici IPA o PAH, che si formano durante la combustione generata dalla morte di una stella. Tali composti si trovano anche in materiali presenti sulla Terra, come la pancetta per esempio, e sono considerati cancerogeni. Conoscere la chimica dello spazio potrebbe portare alla conoscenza di tutte le fragranze possibili nel suo profondo. Tre anni fa si scoprì la molecola di etile formiato, un composto responsabile dell'aroma di rum e di lampone, nella nube Sagittarius B2 al centro della Via Lattea. 

"Ogni volta che aprivo la camera stagna e il portellone per far rientrare due colleghi stanchi che avevano lavorato all’esterno, i miei sensi venivano colpiti da uno strano odore” raccontava già dieci anni fa l'astronauta Don Pettit. “All'inizio non sapevo bene cosa fosse, mi credevo che arrivasse dai condotti dell'aria per la pressurizzazione dell'ambiente. Poi mi sono reso conto che quell'odore insolito proveniva da tute, guanti e caschi che avevano usato là fuori. Era più forte sui tessuti che sulle superfici di plastica o metallo. E’ difficile dire di preciso di che odore si trattasse, un po' come quando si assaggia un cibo nuovo e si dice 'mhmmm, sa vagamente di questo o di quello'... La sensazione più vicina era di qualcosa di metallico, un gradevole odore di metallo dolciastro, che mi ricordava le estati da studente passate a riparare i macchinari di un piccolo impianto per il trasporto di tronchi. Saldatura, ...ecco di cosa profuma lo spazio".