24/08/2019
27/03/2014


Uno sguardo su tutto il mondo del fumetto e su tutto il mondo, visto dai fumetti

Fumetti con le ruote - Metamorphosis: Luna e la sua Vespa (featuring "A panda piace")
Fumetti con le ruote, tutti i sabati in onda su Isoradio, dalle 10:30 alle 10:45





Su Rai Isoradio, ogni sabato dalle 10.30 alle 10:45 si parla di macchine, viaggi e avventura  con un taglio inedito che prende spunto dal  mondo dei fumetti. Moltissimi eroi, super-eroi, cattivi e cattivissimi,  nelle loro avventure sono alla guida di una  macchina,  una moto o  addirittura un camion divenuti col tempo un  personale segno di distinzione, oltre che un mezzo di trasporto.
Il Maggiolone Volkswagen di Dylan Dog, l'inconfondibile Jaguar di Diabolik, La Batmobile dell'Uomo Pipistrello, la sgangherata 313 di Paperino: sono tanti i mezzi di trasporto che scarrozzano gli eroi dei fumetti in giro per le strade del mondo.
A raccontarli sono proprio i loro autori, disegnatori, editori che ogni settimana saranno ospiti della rubrica  "Fumetti con le ruote", nata da un'idea del direttore di Isoradio Danilo Scarrone, realizzata e condotta da Riccardo Corbò e Pasquale Martello, con la regia di Mauro De Cillis.
_________

Il personaggio della puntata



 LUNA MONDSCHEIN
 

Luna Mondschein è la protagonista del libro a fumetti "Metamorphosis".
Luna ha 24 anni, mora, capelli corti sulle spalle, fisico asciutto, è una giovane blogger  e scrittrice di libri.
Vive a Roma e si muove per le strade della capitale a bordo della sua Vespa, in maniera totalmente disinvolta e spesso reinterpretando a suo modo la segnaletica stradale. 
Questo nella sua prima vita, quella da sveglia.

Ma ha anche una seconda vita, che i medici hanno stabilito scaturire da una particolare forma di schizofrenia.
Quando si addormenta si ritrova in un mondo parallelo, onirico ma tangibile quanto il nostro, popolato da creature assurde, buffe o spaventose, con le quali le interagisce pienamente.
Per rimanere lucida, nel mondo reale, deve attenersi a precise sequenze di azioni, che la tengono ancorata alla realtà.
Luna si trova invischiata in una spaventosa sequenza di omicidi. Strane morti dove i cadaveri vengono composti a evocare figure mitologiche dell’antica grecia. Lei è l’unica, anche grazie alle sue visioni, a trovare una serialità e un collegamento tra tutte queste morti.
Nessuno le dà retta, vista la sua fragile salute mentale. Solo il giovane commissario di Trastevere, Daniel Valentini, inizia a seguirla nei suoi stranissimi voli pindarici, aprendo uno spiraglio nella svolta delle indagini. Uno spiraglio attraverso il quale però forze oscure e spaventose potrebbero a loro volta osservarci.




__________________

L'opera




METAMORPHOSIS OMNIBUS
PANINI COMICS

prezzo: € 15.90
Formato: 18.3X24
Pagine: 336
Colore: B/n & colore
Caratteristiche: Cartonato

Rispetto ai titoli finora proposti in "Fumetti con le ruote", "Metamorphosis" non è un fumetto seriale, distribuito tutti i mesi nelle edicole, con alle spalle pubblicazioni decennali e realizzato da un team di autori estremamente eterogeneo.
"Metamorphosis", uscito inizialmente come miniserie e ora raccolto in un volume unico, è una storia completa, un romanzo a fumetti.
E' concepito e realizzato da un unico autore, Giacomo Bevilacqua, sia nei testi sia nei disegni (con il fondamentale supporto di Sonia Aloi per particolari sequenze).

Come suggerito dallo titolo stesso dell'opera, "Metamorphosis" non si inquadra facilmente in un genere narrativo unico, ma muta da una storia quotidiana, al   thriller, all'horror, all'urban fantasy, con una vena comedy trasversale.
Protagonista assoluta è Luna Mondschein, giovane scrittrice affetta da una bizzarra forma di schizofrenia in lotta con un serial killer che miete vittime tra le strade di Roma.
La storia completa è racchiusa in un corposo volume in formato deluxe, comprensivo di un epilogo inedito e una gallery ricca di extra, pin-up e contenuti bonus.

_____________

Il video musicale




Luna Mondschein, la protagonista di "Metamorphosis" compare anche in versione animata, e scarrozzata in scooter in giro per Roma, nel video di "Dimentichiamoci", terzo singolo dell'album di Bungaro "Il valore del momento".
Il brano è uno splendido duetto tra Bungaro e Paola Cortellesi.
La sceneggiatura del video è di Giacomo Bevilacqua, autore di "Metamorphosis", al contempo protagonista nei panni di se stesso.
Il regista del video è Mauro Uzzeo, anche lui molto attivo nel mondo dei dei Comics: ha firmato sceneggiature per "Dylan Dog" e "John Doe".


____________________________
Lo scooter della puntata

VESPA PIAGGIO



La Vespa è il più famoso scooter della Piaggio, brevettato il 23 aprile del 1946, su progetto dell'ingegnere aeronautico Corradino D'Ascanio.
Vanta un prototipo strettamente ispirato al mondo dei fumetti: il Piaggio MP5 Paperino, mai prodotto in serie.
Non esiste un’origine ufficiale e certe del nome "Vespa".
Secondo la versione più diffusa, sarebbe nato da un'esclamazione di Enrico Piaggio che alla vista del prototipo avrebbe esclamato: «sembra una vespa!», per via del suono del motore e delle forme della carrozzeria, molto stretta nella parte centrale, simile appunto all’insetto.
Forse la più grande innovazione di questo modello, motivo del suo successo planetario, fu la carrozzeria portante, che copriva integralmente il motore e le parti meccaniche principali, offrendo al contempo una protezione efficace dalle intemperie.

Si risolveva così per la prima volta, il problema dell’imbrattamento del guidatore, consentendo una guida con l'abbigliamento di tutti i giorni.

Il prezzo iniziale era di 68.000 lire.  Equivaleva a diversi mesi di lavoro di un impiegato, ma il pagamento rateizzato permise la prima motorizzazione di massa in Italia.
Da subito divenne oggetto di passione: nel 1949 venne costituito il Vespa club d'Italia che raggruppava i diversi club sparsi nel Paese.





Tra i modelli più famosi ricordiamo:
- La Vespa50N, del 1963.
- Il 50 Special quello forse più icononi, prodotto dal 1969 al 1983.
- La 200 rally, del 1972, che divenne la vespa per i viaggiatori intorno al mondo.
- La Vespa 125 Primavera, uscita nel 1968, diventata ovviamente simbolo della stagione “fantasia al potere.
- Il mitico vespino, il PK50, del 1982.

La Vespa è simbolo nei vari decenni del design italiano, anche nei film, che portano ulteriormente la sua immagine in tutto il mondo.

Nel 1952, in "Vacanze Romane", è l’immagine della Dolce Vita.
La pellicola "Quadrophenia", nel 1979, la certifica come marchio Mods.
"Caro Diario", del 1993, sigilla la Vespa come simbolo urbano del XX secolo.


_____

Il fumetto della settimana





A PANDA PIACE L'AVVENTURA
Editore    Panini Comics
Autore    Giacomo “Keison” Bevilacqua
Formato    16×21, B., 64 pp., BN
prezzo: € 2.90
BIMESTRALE


Dopo una lunga e ancora attiva presenza sul web (QUI oltre 400 strisce, tutte gratuite da leggere on line), dopo aver fatto da testimonal per la rete tv La7, dopo una cospicua presenza nelle libreria, con la raccolta delle strisce in volumi annuali, ora il Panda, la più famosa creazione di Giacomo Bevilacqua, approda a Panini Comics, con un nuovissimo e particolare albo bimestrale.

Panda decide di abbandondare la sua striscia, familiare e protettiva e il suo "mutismo"  che lo caratterizzava, per buttarsi nella pura avventura, quella più importante nella vita: il confronto con la crescita, con le emozioni, le gioie ma anche le paure del diventare adulti.

Ogni due mesi, in edicola, un nuovo numero di questa curiosa novità nel panorama editoriale italiano a fumetti.



______________________

Gli autori e conduttori:

Riccardo CORBÒ
E’ tra i fondatori del primo magazine telematico dedicato al fumetto, nella prima metà degli anni 90. Dopo  aver lavorato per le principali case editrici di fumetti romane, nei ruoli redazionali più disparati, è  passato in Rai. Ha collaborato dal 1996 al 2004 al programma radiofonico “Golem”. Dal 2001 al 2005, a Rainet, è stato il Portal Manager e Community Manager di Rai.it. Ha curato il sito del Tg1, di Vincenzo Mollica e l’offerta dei canali Rai su Youtube. Attualmente lavora al Tg3, dove si occupa per il web della rubrica “Comics” e per la televisione realizza servizi per  il “Tiggì Gulp” (in onda su Rai Gulp) e per la  rubrica “Agenda del mondo” (in onda su Rai Tre).
Insegna da otto anni “Morfologia e critica della paraletteratura” al Master in Critica Giornalistica dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico”.


Pasquale MARTELLO
Tra i suoi lavori annovera  vignette satiriche e umoristiche per numerosi quotidiani; illustrazione, grafica e cura di saggi sul mondo del fumetto. E’ stato tra i disegnatori del fumetto Tiramolla. Per Rainet, è stato l’art director delle prime interfacce web e multimediali del servizio pubblico. Attualmente è web master del sito del Tg3, per il quale realizza anche la vignetta giornaliera presente in home page e presentata settimanalmente nel corso della trasmissione “Fuori Tg”. Per “Tiggì Gulp” il telegiornale per ragazzi della Rai, realizza regolarmente servizi sulle novità tecnologiche. Per Isoradio è anche autore de “La vignetta alla Radio”, in onda tutti i giovedì mattina.
_____

Il regista

Mauro DE CILLIS
Ha iniziato ad occuparsi di comunicazione nel 1975, scrivendo per il settimanale musicale "Nuovo Sound". Dal 1980 collabora con Radio RAI, come autore, conduttore, regista e giornalista. Nei vari ruoli ha seguito produzioni diverse per Radio Uno e Radio Due: trasmissioni musicali, varietà, contenitori, programmi in diretta con gli ascoltatori, sceneggiati, sit-com e altro ancora. Nel 2006, insieme ai colleghi Massimo Forleo, Emilia Morelli e Francesca Vitale, ha rappresentato Radio Uno al Prix Italia, con il documentario "Cefalonia. Non immaginavo che ci ammazzassero...", selezionato tra i sei migliori lavori d'interesse storico e poi compreso nell'antologia "Cento voci dall'Italia" (RAI Teche, 2011).
Nel 1991 l'associazione dei critici radiotelevisivi (AICRET) e l'Ente dello Spettacolo lo hanno premiato quale miglior regista radiofonico italiano.