16/12/2018
08/02/2011

Squilla il telefono

Se siete delle persone attente ed oculate anche nel fare spese ora finalmente al telefono potrete rilassarvi. Se vi iscrivete nel registro delle opposizioni non dovreste essere più disturbate dai tanti venditori telefonici

Mattina presto, vi state versando il caffè e il trillo del telefono vi manda fuori mezza macchinetta. E’ uno che vuole vendervi una fondamentale enciclopedia in centosedici volumi sulle mosche e le zanzare.
Ora di pranzo, stato scolando la pasta e squilla il telefono. Pensate ai figli che stanno uscendo da scuola e invece vi chiedono se volete una fornitura trentennale di cinquanta bottiglie a settimana di vino australiano.
E’ sera, dopo una giornata faticosa volete andare a letto presto e appena preso sonno squilla il telefono. Pensate agli anziani genitori e invece vogliono vendervi un fondamentale kit per costruirvi in casa un transatlantico.
Tutto questo succedeva ad ognuno di noi. Adesso è stato istituito un Registro delle Opposizioni che non è uno schieramento anti Berlusconi ma è l’elenco di chi non vuole ricevere telefonate di vendite varie. Quindi chi non vuol essere disturbato deve iscriversi anche se di opposizione in vita sua non ne ha mai fatto.
Certo è uno strano modo di affrontare i disturbatori telefonici, forse era più logico vietare e fare un Registro di quelli disponibili a ricevere chiamate, magari in cambio di uno sconto sulla bolletta del telefono.
Ma poiché gli affari sono affari si è scelto di dare il permesso di disturbare   più di 17 milioni di abbonati e lasciare a chi non ne può più l’onere di trovare la soluzione.

 

>> guarda la vignetta

 

 

L’angolo acuto
© Riproduzione riservata (8 Febbraio 2011)