19/10/2019
31/08/2012

Gioco, spettacolo, meraviglie, visioni, sonorità, letture, immaginazione

"Woody"

Dopo la presentazione a Cannes, arriva il 21 settembre sugli schermi italiani "Woody", il documentario di Robert Weide che entra nella vita e nel processo creativo di una leggenda del cinema.

 
Per la prima volta nella sua lunga carriera di scrittore, regista, attore, commediografo e musicista, l’icona Woody Allen ha lasciato che la sua vita e il suo processo creativo fossero documentati dalla macchina da presa.

Il filmmaker Robert Weide, vincitore di premi Emmy e nominato all’ Oscar, ha seguito per oltre un anno e mezzo la vita di Allen, per realizzare la più completa biografia.



“Questo è il documentario su Woody che tutti stavano aspettando, mi fa un gran piacere che questo gigante della creatività abbia finalmente trovato lo spazio che merita nel catalogo di American Masters,” afferma Susan Lacy, creatore e produttore esecutivo della serie American Masters.

“Woody Allen è sempre stato un grande punto di riferimento per me", dice Robert Weide, meglio conosciuto per il lungo lavoro come regista/produttore di Curb Your Enthusiasm, che gli ha fatto vincere i premi Emmy e Golden Globe. “Ho avuto l’imbarazzo della scelta grazie alla natura prolifica della produzione di  Woody. Infatti Woody, nello stesso arco di tempo che io ho impiegato a realizzare questo documentario, ha realizzato tre lungometraggi” .

Cominciando dall’ infanzia di Allen e dai suoi  primi ingaggi professionali da adolescente – quando scriveva barzellette per comici e quotidiani - "Woody" racconta il percorso della carriera di Allen: dal suo lavoro negli anni '50 e '60 come autore televisivo per Sid Caesar, cabarettista, comico e ospite abituale di talk show televisivi, fino a quello di sceneggiatore/regista con una media di un film all’anno per più di 40 anni.

Il film ha un "cast" d'eccezione, con grandissimi attori e leggende del mondo dello spettacolo, anche se ovviamente non in veste di recitanti ma di intervistati:
Antonio Banderas, Josh Brolin, Penelope Cruz, John Cusack, Larry David, Seth Green, Mariel Hemingway, Scarlett Johansson, Julie Kavner, Diane Keaton, Martin Landau, Louise Lasser, Sean Penn, Tony Roberts, Chris Rock, Mira Sorvino, Naomi Watts, Dianne Wiest,Owen Wilson, Martin Scorsese.

---

"NBA 2K13"

Con più di 5 milioni di copie vendute in tutto il mondo e più di 25 premi "Sports Game of the Year" vinti, "NBA 2K12" è stato lo scorso anno il videogioco di simulazione di NBA di maggior successo al mondo.
Quest'anno, "NBA 2K13" promette di portare il livello di intrattenimento a un livello ancora superiore.




Dotato di avanzate modalità di gioco, NBA 2K13 permetterà di porre - seppur solo virtualmente -  i migliori giocatori nella storia della NBA contro la nuova dinastia di talenti.


-------

Napoli Film Festival - XIV edizione


La rassegna cinematografica porterà anche quest’anno il pubblico napoletano alla scoperta delle nuove leve della cinematografia partenopea  con i concorsi "Schermo Napoli", e dei vecchi capolavori con le retrospettive,  ma anche a conoscere da vicino le star del cinema negli "Incontri Ravvicinati".
Quest’anno il Napoli Film Festival dura dieci giorni e si sdoppia: dal 24 al 29 settembre si svolgerà in tre sedi: all’Istituto di Cultura francese Grenoble, al Pan e all’Accademia di Belle Arti. Mentre dal 29 settembre al 3 ottobre tornerà nella tradizionale sede di Castel Sant’Elmo.




L’avvio quindi il 24 settembre nelle tre sedi istituzionali cittadine, scelta che il direttore artistico della manifestazione Mario Violini spiega in una “volontà di apertura del Festival a tutta la città, che verrà così maggiormente coinvolta  dalle proiezioni , specie quelle più legate alla città stessa come  Schermo Napoli Corti, Documentari e Scuola”.

Il 29 settembre il Napoli Film Festival si sdoppierà con l’ultima serata al Grenoble e con la prima a Castel Sant’Elmo in coincidenza con “Vomero Notte”, il cartellone di iniziative notturne che vedrà la Municipalità Vomero-Arenella aperta e accesa per tutta la nottata.


-------

"L'URLO DI TARZAN"


1-23 settembre 2012
WOW SPAZIO FUMETTO – Museo del Fumetto di Milano
Viale Campania 12 – Milano

Nell'ottobre del 1912, lo scrittore americano Edgar Rice Burroughs dava vita, sulle pagine della rivista “All – Story Magazine”, a una vera e propria leggenda destinata ad occupare il cuore di milioni di lettori: Tarzan, l'Uomo Scimmia, uno dei personaggi più riconoscibili del mondo dell'immaginario a cui registi, scrittori e disegnatori hanno dedicato centinaia di film, racconti, albi a fumetti, parodie, illustrazioni e film d’animazione.





Per festeggiare questa ricorrenza, "WOW Spazio Fumetto – Museo del Fumetto, dell’Illustrazione e dell’Immagine animata di Milano" dedica, dal 1 al 23 settembre 2012, la mostra “L'urlo di Tarzan”: un percorso espositivo che celebra il secolo del mito attraverso l’esposizione di testimonianze davvero uniche, dai manifesti dei film più memorabili (e non) alle tavole originali dei grandi maestri del fumetto che si sono cimentati con le sue avventure, come Hal Foster e Burne Hogarth, il Michelangelo del Fumetto, memorabilia, gadget, foto di scena, estratti video, videogames e tanto altro.




La mostra vanta il patrocinio della Edgar Rice Burroughs Inc. rientrando nei festeggiamenti ufficiali del Centenario.
 
-----