14/10/2019
08/05/2014


Uno sguardo su tutto il mondo del fumetto e su tutto il mondo, visto dai fumetti

Fumetti con le ruote - Lupin III e le Mercedes Benz
Fumetti con le ruote, tutti le domenica in onda su Isoradio, dalle 11:30 alle 11:45







Su Rai Isoradio
si parla di macchine, viaggi e avventura  con un taglio inedito che prende spunto dal  mondo dei fumetti. Moltissimi eroi, super-eroi, cattivi e cattivissimi,  nelle loro avventure sono alla guida di una  macchina,  una moto o  addirittura un camion divenuti col tempo un  personale segno di distinzione, oltre che un mezzo di trasporto.
Il Maggiolone Volkswagen di Dylan Dog, l'inconfondibile Jaguar di Diabolik, La Batmobile dell'Uomo Pipistrello, la sgangherata 313 di Paperino: sono tanti i mezzi di trasporto che scarrozzano gli eroi dei fumetti in giro per le strade del mondo.
A raccontarli sono proprio i loro autori, disegnatori, editori che ogni settimana saranno ospiti della rubrica  "Fumetti con le ruote", nata da un'idea, realizzata e condotta da Riccardo Corbò e Pasquale Martello, con la regia di Mauro De Cillis e l'egida di Danilo Scarrone, Direttore di Isoradio.
_________

Il personaggio della puntata



LUPIN III

Lupin III,  Rupan Sansei, nell'originale giapponese è un manga ideato da Monkey Punch nel 1967, liberamente ispirato al ciclo di romanzi francesi sul ladro gentiluomo Arsène Lupin, immaginato come nonno del nostro anti eroe.

Dal manga sono stati tratti vari anime, a partire dal 1971.
In italia arrivano nel 1979 e spopolano subito, anche grazie alla simpatica spregiudicatezza del protagonista e alle ricorrenti, seppur velate, allusioni sessuali.

Lupin III, genio del crimine e del travestimento come suo nonno, è un pennellone dinoccolato, è alto 1,80 per 60 chili.
Indossa sempre una inconfondibile giacca, che al massimo varia tra il verde e il rosso.

Suoi inseparabili amici e compagni di crimine, il samurai Ghemon, il pistolero Gigen e la splendida maggiorata Fujiko, sua fiamma ma anche spesso sua rivale nei furti.

Eterno avversario ed eterno sconfitto, L'ispettore Zenigata, col quale narrativamente forma una coppia di ferro.

In tutte le sue avventure Lupin, fanatico dell’estetica e delle prestazione, si sposta sempre su macchine di eccellenza.

Le Mercedes Benz sono tra le sue preferite.













__________________

Il fumetto della settimana


    


LUPIN III MILLENNIUM

Se siete appassionati di Lupin III non potete perdervi il riuscitissimo mash-up artistico tra Giappone e Italia della serie di fumetti "Lupin III Millennium".

Pubblicata fra il 2001 e il 2007, è realizzata da autori italiani per la Kappa Edizioni, sotto la supervisione dell'autore originale Monkey Punch.
Il sodalizio tra Kappa Edizioni e Monkey Punch affonda le sue radici nel 1994 quando i Kappa boys scrivono per le matite di Monkey Punch un episodio di Lupin III intitolato "Alis Plaudo", pubblicato su Kappa Magazine n. 22 dell'aprile 1994

La collaborazione viene riconfermata nel novembre del 1999 con la storia "Lupin III - Il violino degli Holmes".
Visto il successo del bis, nasce la miniserie di dieci numeri "Lupin III Millennium".

Lupin vive nuove inedite avventure attraverso volumi realizzati da fumettisti come Andrea Baricordi, Giuseppe Palumbo, Andrea Accardi, Guglielmo Signora, Mauro Marchesi, Gianmaria Liani, Sara Colaone, Massimiliano De Giovanni, Jacopo Camagni, Andrea Scoppetta, con la partecipazione straordinaria del giapponese Shinichi Hiromoto (autore dal tratto acido che richiama il Go Nagai delle origini) "adottato" in Italia dai Kappa.

Ogni autore fornisce una sua personale chiave di lettura del personaggio, attraverso storie poliziesche o comiche, legate a furti impossibili o a travestimenti perfetti.
E così ci si imbatte in mondi alternativi, folli premonizioni di un teleprofeta, si scopre il passato sentimentale dell'infallibile Jigen, e un diabolico inganno ai danni di Fujiko, si assiste all'esecuzione del nostro eroe nella camera a gas, si fa conoscenza di uno scienziato pazzo, si parte alla ricerca di un Zenigata misteriosamente scomparso e si indaga nella storia della famiglia Ishikawa.

_____________

Le automobili della puntata

MERCEDES BENZ
- SSK e 300 SLR


Il marchio Mercedes-Benz nasce in Germania nel 1926 e diventa da subito sinonimo di mezzi di trasporto di lusso e prestigio.
Lo slogan della casa è "Das Beste oder nichts", ovvero "Il meglio, o niente".



Il modello Mercedes-Benz SSK, una  roadster, fu in produzione dal 1928 al 1932.

La sigla SSK sta per Super Sport Kurz, ovvero "Super Sport a passo corto".
Suo progettista è Ferdinand Porsche. 


La fama della SSK è dovuta anche alle sue numerose vittorie nelle gare automobilistiche di tutto il mondo, tra le quali la 500 miglia d'Argentina nel 1929 e la Mille Miglia del 1931.

 

 

Il modello Mercedes-Benz 300 SLR è del 1955, progettato da Rudolf Uhlenhau.

Nata specificatamente per le corse, la 300 SLR ha un vita brevissima, tanto gloriosa quanto drammatica e maledetta.


Juan Manuel Fangio, Stirling Moss e Karl Kling, tre dei più grandi piloti di sempre, portarono questo modello alla vittoria in tutte le principali corse su strada del 1955: Mille Miglia, Targa Florio, Tourist Trophy. 


Ma nella  24 Ore di Le Mans, guidata da  Pierre Levegh, fu  coinvolta in un gravissimo incidente stradale in cui persero la vita 82 persone. 


La Mercedes si ritirò, in seguito a questa strage, da tutte le competizioni, per oltre 30 anni.


______________________

Gli autori e conduttori:

Riccardo CORBÒ
E’ tra i fondatori del primo magazine telematico dedicato al fumetto, nella prima metà degli anni 90. Dopo  aver lavorato per le principali case editrici di fumetti romane, nei ruoli redazionali più disparati, è  passato in Rai. Ha collaborato dal 1996 al 2004 al programma radiofonico “Golem”. Dal 2001 al 2005, a Rainet, è stato il Portal Manager e Community Manager di Rai.it. Ha curato il sito del Tg1, di Vincenzo Mollica e l’offerta dei canali Rai su Youtube. Attualmente lavora al Tg3, dove si occupa per il web della rubrica “Comics” e per la televisione realizza servizi per  il “Tiggì Gulp” (in onda su Rai Gulp) e per la  rubrica “Agenda del mondo” (in onda su Rai Tre).
Insegna da otto anni “Morfologia e critica della paraletteratura” al Master in Critica Giornalistica dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico”.

Pasquale MARTELLO
Tra i suoi lavori annovera  vignette satiriche e umoristiche per numerosi quotidiani; illustrazione, grafica e cura di saggi sul mondo del fumetto. E’ stato tra i disegnatori del fumetto Tiramolla. Per Rainet, è stato l’art director delle prime interfacce web e multimediali del servizio pubblico. Attualmente è web master del sito del Tg3, per il quale realizza anche la vignetta giornaliera presente in home page e presentata settimanalmente nel corso della trasmissione “Fuori Tg”. Per “Tiggì Gulp” il telegiornale per ragazzi della Rai, realizza regolarmente servizi sulle novità tecnologiche. Per Isoradio è anche autore de “La vignetta alla Radio”, in onda tutti i giovedì mattina.
_____

Il regista

Mauro DE CILLIS
Ha iniziato ad occuparsi di comunicazione nel 1975, scrivendo per il settimanale musicale "Nuovo Sound". Dal 1980 collabora con Radio RAI, come autore, conduttore, regista e giornalista. Nei vari ruoli ha seguito produzioni diverse per Radio Uno e Radio Due: trasmissioni musicali, varietà, contenitori, programmi in diretta con gli ascoltatori, sceneggiati, sit-com e altro ancora. Nel 2006, insieme ai colleghi Massimo Forleo, Emilia Morelli e Francesca Vitale, ha rappresentato Radio Uno al Prix Italia, con il documentario "Cefalonia. Non immaginavo che ci ammazzassero...", selezionato tra i sei migliori lavori d'interesse storico e poi compreso nell'antologia "Cento voci dall'Italia" (RAI Teche, 2011).
Nel 1991 l'associazione dei critici radiotelevisivi (AICRET) e l'Ente dello Spettacolo lo hanno premiato quale miglior regista radiofonico italiano.