26/08/2019
21/10/2011

Gioco, spettacolo, meraviglie, visioni, sonorità, letture, immaginazione

Batman: Arkham City. L'attesa è finita

Batman: Arkham City,
 uscito per le piattaforme XBox 360 e Playstation 3 (per Windows, dal 18 novembre) riprende le intense atmosfere di Batman: Arkham Asylum, del quale è il sequel ufficiale.


I giocatori, nei panni del Cavaliere Oscuro, dovranno penetrare nelle profondità di Arkham City, il nuovo distretto carcerario di massima sicurezza per tutti i criminali insani di mente.


Il gioco è stato scritto in collaborazione con Paul Dini, vincitore di ben cinque Emmy Awards per la prima stagione di Lost e per Batman: The Animated Series e presenta, nella versione originale le voci di Mark Hamill and Kevin Conroy, rispettaviamente nei ruoli di Joker e Batman.

Per i veri appassionati, da non perdere la  Collector’s Edition che include diversi bonus tra cui: una statuetta di Batman prodotta da Kotobukiy, un art book, l’accesso alla mappa Iceberg Lounge Challenge, la skin che permette di impersonare il Batman disegnato da Frank Miller, nel capolavoro "The Dark Knight Returns".
Inoltre, la colonna sonora "Batman: Arkham City – The Album", e il film d’animazione "Batman: Gotham Knight".





--

30 anni fa, la prima volta di Indiana Jones, in Italia

Usciva in Italia il 22 ottobre del 1981, il film "I predatori dell'arca perduta". Diretto da Steven Spielberg, su soggetto di George Lucas e Philip Kaufman, vedeva come protagonista principale Harrison Ford, nei panni appunto di Indiana Jones, l'avventuroso professore archeologo.

La pellicola riscuote un gradimento clamoroso a livello mondiale, dando vita a sequel cinematografici, prequel televisi, videogiochi e quant'altro, ma sopratutto il successo è sancito dall'impatto che ha nell'immaginario collettivo, diventando ispirazione e pietra di paragone per innumerevoli produzioni successive.
Finora l'incasso complessivo della pellicola, è stabilito empiricamente in 384.140.454$, ma è ovviamente impossibile calcolare l'esatta cifra che il marchio ha generato.

Come ricordo "romantico" del film del 1981, vi riproponiamo la celebre scena dello scontro con lo spadaccino, simbolo dello spirito avventuroso e al contempo ironico del personaggio.
La leggenda racconta che la scena in realtà doveva essere una classica lotta tra buono e cattivo, a colpi di frusta e scimitarra, e doveva durare molto di più, e quindi essere girata con lunghe riprese.
Harrison Ford, colpito in quei giorni da una forte dissenteria causata dal cibo locale, convinse il regista a chiudere invece in fretta la faccenda...


  

--


 Squame, la "fanzine" de il Pistrice




SQUAME è un progetto editoriale del Pistrice (alias Francesca Protopapa).
Nasce dalla volontà di mettere in comunicazione artisti visivi francesi e italiani attraverso una proposta editoriale indipendente e autoprodotta.
Gli illustratori, grafici e scrittori che partecipano a Squame, lavorano in totale libertà stilistica e sono impegnati, per ogni uscita della FanZine, su una comune tematica creativa.

In parallelo alla Zine in "carta e ossa" (40 pag in B/N formato A5) il website offre la possibilità di conoscere meglio gli autori, le loro storie, il loro immaginario creativo e tutte le news che li riguardano.

Attraverso una serie di squamosissimi eventi gli artisti espongono in Francia ed in Italia sia in collettive, sia partecipando con la Zine a festival dedicati all’universo editoriale alternativo delle autoproduzioni grafiche. Prossima uscita prevista per gennaio 2012.
Diffusa in Francia e in Italia, Squame (in ristampa, essnedo la prima tiratura già in esaurimento) è anche acquistabile online, sul sito dedicato.

Tra gli artisti coinvolti:  Alberto Corradi, Benedetta Blancato, Émilie Boudet, Sarah Vergez Seija, Meme Zabratta e Esmeralda Villa Lobos, autrice dell'illustazione a seguire.




-- 

Chan Hwee Chong, occhi, mano e un tratto incantati


Abbiamo scovato sul sempre stimolante blog di Paolo "Ottokin" Campana, un artista incredibile, il cui tratto è superiore a qualunque effetto speciale.

Paolo commenta: "Chan Hwee Chong è davvero un artista fuori dal comune è contemporaneamente grafico, fotografo e illustratore dalla straordinaria manualità creativa.


I suoi ritratti sono realizzati attraverso spirali concentriche frutto di repentini cambi di pressione esercitati sulla punta del pennarello e di una capacità visionaria davvero impressionante che gli consente di sapere in anticipo i movimenti da fare. Il filmato e le foto qui sotto dimostrano ampiamente che a volte il genio creativo si può nascondere davvero nella piccola punta di semplicissimo pennarello nero."


 Ecco un video di una sua performance, in un spot di una nota marca di penne, e sotto una sua versione monotratto a spirale della Gioconda.