Rai - Segretariato Sociale

Rai.it


Campagne sociali

  • Raccolta Fondi Una voce per Padre Pio Onlus

    pio camp

    Anno : 2018

    Associazione :
    Una Voce per Padre Pio

UNA VOCE PER PADRE PIO”  DICIANNOVESIMA EDIZIONE

 

PADRE PIO SOCIAL AIDE - SMS SOLIDALE: 45531

Fino al 20 luglio 2018, dona 2 Euro Al 45531 inviando un sms da Cellulare Personale: Wind3, Tim, Vodafone, Postemobile, Coopvoce E Tiscali. Oppure dona 5 Euro Al 45531 per ciascuna chiamata da Rete Fissa, Twt, Convergenze e Postemobile. Dona 5/10 Euro da Rete Fissa Wind3, Tim, Vodafone, Fastweb, Tiscali. Per maggiori informazioni: www.unavoceperpadrepio.com

 

SPECIFICA RACCOLTA FONDI:

 

ATTIVITA’ N.1 – OBIETTIVO ITALIA:

“Obiettivo Italia”: è un progetto di sviluppo, di reimpostazione e ampliamento della nostra struttura di “sostegno sociale” sul territorio nazionale.  Questo nuovo programma operativo, non è altro che la prosecuzione di quello che, da anni la nostra Associazione svolge in Costa D’Avorio. La costituzione della nostra Onlus, del resto, nasce dalla volontà dei fondatori, di dar seguito alla missione terrena di Padre Pio “Dare sollievo alle sofferenze, nel corpo e nello spirito dell’essere umano”, senza distinzione alcuna, di sesso, razza, credo ed orientamento politico.

 

PROGETTO ITALIA:   - Realizzazione del Progetto “Fratello Studio Sorella Scuola” Napoli - Italia.

                                               - Realizzazione del Progetto “Centro Francesco Forgione” Napoli - Italia.

- Realizzazione del Progetto “Tendere la Mano” Italia.

 

ATTIVITA’ N.2 - Copertura costi di gestione strutture attive in Costa D’Avorio:

Le nostre Strutture, tutte di utilità Sociale a favore dei minori, non beneficiano di alcuna sovvenzione e/o convenzione con lo stato della Costa D’Avorio, in quanto, non previste e/o limitate al momento nel Paese. Di conseguenza, quindi, tutti i costi di gestione ordinaria e straordinaria delle strutture sono a nostro completo carico, in breve, energia elettrica, acqua, sostentamento dei bambini, vestiario, scolarità, cure mediche e costi del personale dipendente.

-              Una Casa Famiglia “Maison Padre Pio” che attualmente ospita n. 27 minori;

-              Un Villaggio di Accoglienza per Bambini diversamente abili “Village Padre Pio” che ospita n. 30 minori;

-              Un Orfanotrofio “Les Anges De Padre Pio” che può ospitare un massimo di n. 70 minori;

-              Un Villaggio per Bambini diversamente abili “Les Anges de Padre Pio II” che ospita n. 40 minori;

 

ATTIVITA’ N. 3 - “Centro Sollievo della Sofferenza”:

Il Progetto è quello di creare un Centro Medico Polifunzionale in grado di ospitare le differenti equipe mediche provenienti dall’Italia che, nelle settimane programmate, offriranno gratuitamente i loro servizi ai bambini della Costa D’Avorio.  Un altro punto di forza di questo Progetto è l’alta formazione medica di cui potranno beneficiare i medici locali. Le differenti equipe, infatti, in tutte le operazioni si faranno affiancare da medici specialisti del posto insegnando loro nuovi metodi per intervenire. Salvare vite attraverso la cooperazione Medica, la medicina innovativa che si mette a disposizione di quella obsoleta ed ormai passata, questo il senso vero del Progetto. Con questa iniziativa, vogliamo dare una duplice possibilità:

-       Garantire attività Medico Specialistica;

-       Dare la possibilità ai medici locali di beneficiare di un’alta formazione.

 

 

ATTIVITA’ N. 4 – “Allevare”: L’iniziativa s’inserisce nel sistema di Servizi Sociali nei distretti del Sud Comoe. In quest’area le donne sono il vero motore dell'economia locale, ma purtroppo l’area rurale è estremamente povera, ed è in questa realtà sociale, politica e territoriale gravemente bisognosa, che la nostra Associazione intende intervenire.  A tutt'oggi l'economia della Costa d'Avorio poggia essenzialmente sulle attività primarie, l'allevamento è invece assai meno sviluppato. Nelle aree savaniche centro-settentrionali sono presenti ovini e caprini, oltre ai bovini, mentre un pò ovunque si allevano animali da cortile; si deve però ricorrere all'importazione per soddisfare il fabbisogno interno. Frequentemente la macellazione avviene a domicilio per autoconsumo, nello specifico, per le specie di animali da cortile. Alfine di raggiungere in via definitiva il Progetto di Autofinanziamento delle Opere attive nel Paese, si è deciso di creare un allevamento semi industriale che crei posti di lavoro ed allo stesso tempo dia le carni necessarie per le nostre Strutture. Inoltre, il prodotto “Carni” in sovreccedenza rispetto al fabbisogno delle nostre Opere sociali, sarà immesso sul mercato per produrre reddito e coprire i costi di gestione delle Opere Sociali a gestione diretta.

 

www.unavoceperpadrepio.com