Le puntate

Sogni infranti

In onda martedì 15 novembre 2011 alle 24.30

    » Segnala ad un amico

    Dai sogni vissuti, e infranti, al grande salto nel crimine è stato il breve passaggio di Giacomo Silvano verso il carcere. Entrare in un clan di camorra è come fare un patto con il diavolo: in cambio di soldi e privilegi, la camorra si prende la tua vita. Non si può certo chiedere di smettere come fosse una dipendenza o un vizio, non è permesso. La camorra è una delle associazioni criminali con più affiliati d’Europa, circa 7000 divisi in più di 100 famiglie.

    Capita di nutrirsi di sogni nei momenti in cui la vita sembra volgere le spalle a tutte le nostre richieste; a volte poi i sogni ci proteggono dalla nostra solitudine e infondono la speranza di poter presto toccare lidi più sereni quando tutto intorno a noi sembra franare inesorabilmente. Nella storia di Giacomo Silvano però sono proprio i sogni a trasformarsi nella causa della sua rovina, spingendolo come un’onda improvvisa in balia di scelte e compagnie sbagliate.
    Durante gli anni ’90 Giacomo Silvano, che da giovane sognava di diventare un calciatore famoso, gestisce una concessionaria di automobili, ma è un lavoro di copertura. In realtà la sua occupazione principale è quella di fare viaggi in Spagna e in Sud America per trasportare verso Roma e Napoli ingenti quantità di cocaina. Questo lavoro viene svolto per conto del noto camorrista Anastasio Aniello. Durante questo convulso periodo inoltre Giacomo Silvano viene implicato anche in un omicidio. Ricercato dalla polizia, è arrestato nel 2000 con una successiva condanna a trenta anni di reclusione
    Denni, invece, è un ragazzo napoletano che quotidianamente affronta la difficoltà di una vita “senza angeli custodi”, con due figli piccoli e la possibilità di sbagliare a pochi centimetri dal suo naso in una realtà nella quale il rischio è sempre dietro l’angolo.

    Rai.it

    Siti Rai online: 847