rai5_logo.png


Boris Godunov (Palermo)

In onda Martedì 24 aprile 2012 all'1.35

    » Segnala ad un amico

    Rosaria Bronzetti ci porta dietro le quinte del Teatro Massimo di Palermo per "Boris Godunov", di Modest Musorgskij.

    Lo sfarzoso allestimento è firmato da un artista apprezzato per la sontuosità e l'eleganza dei suoi lavori, il regista scenografo e costumista Hugo de Ana. L’opera, affresco corale di forte impatto scenico, vanta un protagonista assoluto della scena lirica internazionale come Ferruccio Furlanetto, in un ruolo al quale è molto legato. Accanto a lui, Lucia Cirillo è Fëdor e Jan Vacik Vasilij Ivanovič Šujskij. Alla guida dei complessi della Fondazione, una bacchetta di esperienza come George Pehlivanian.
    Foschi complotti e ribellioni sono le componenti fondamentali del capolavoro di Musorgskij, il cui soggetto è basato su un dramma di Pushkin: nella Russia d’inizio Seicento, piombata nel pieno caos dopo l’assassinio dell’erede al trono, si narrano le vicende tormentate e i dissidi di Boris, lo zar illegittimo che muore straziato dai rimorsi e dalla sua stessa brama di potere; il grande monologo conclusivo di Boris è uno dei capolavori assoluti della storia musicale.

    Racconta Furlanetto alle telecamere di “Prima della Prima”: “Boris Godunov è un ruolo da cui non si smette mai di imparare, anche quando lo si interpreta da molti anni come nel mio caso. Oggi penso che la grandezza del personaggio stia nell’accettare la corona di Zar e prendere tra le mani la Russia in un momento storico drammatico in cui era dilaniata da lotte intestine e carestie. Si sa che in questi frangenti tutte le colpe finiscono per riversarsi sui regnanti e, per quanto non ci sia dato sapere se sia stato Boris il mandante dell’omicidio del piccolo Dimitri, il legittimo Zar, alla fine lui stesso sembra convincersi della propria colpevolezza.”

    La regia televisiva di questa puntata è di Christian Angeli.


    GUARDA LA FOTOGALLERY >>

    Rai.it

    Siti Rai online: 847