[an error occurred while processing this directive]
[an error occurred while processing this directive]

Archivio storico

La Chiesa è fiera di voi

Il Papa ai cristiani d'Iraq

03-09-2014 15:17

La Chiesa è fiera di voi

"Siete nel cuore della Chiesa; la Chiesa soffre con voi - ha detto oggi il Papa al termine dell'udienza in Piazza san Pietro, rivolgendosi ai pellegrini provenienti dall'Iraq - e la Chiesa è fiera di voi, fiera di avere figli come voi; siete la sua forza e la testimonianza concreta e autentica del suo messaggio di salvezza, di perdono e di amore. Vi abbraccio tutti, tutti! Il Signore vi benedica e vi protegga!”. Tutta la catechesi di oggi è stata sulla maternità della Chiesa, che protegge e difende i suoi figli, ma che prima di tutto li genera: "non si diventa cristiani da sé - ha infatti detto il Santo Padre - cioè con le proprie forze, in modo autonomo, neppure si diventa cristiano in laboratorio, ma si viene generati e fatti crescere nella fede all’interno di quel grande corpo che è la Chiesa. In questo senso la Chiesa è davvero madre, la nostra madre Chiesa - è bello dirlo così: la nostra madre Chiesa - una madre che ci dà vita in Cristo e che ci fa vivere con tutti gli altri fratelli nella comunione dello Spirito Santo".
Il modello della maternità è quello della Madonna, che genera Cristo come la Chiesa i cristiani. “La Chiesa – ha detto il Papa - è nostra madre perché ci ha partoriti nel Battesimo. Ogni volta che battezziamo un bambino, diventa figlio della Chiesa, viene dentro alla Chiesa. E da quel giorno, come mamma premurosa, ci fa crescere nella fede e ci indica, con la forza della Parola di Dio, il cammino di salvezza, difendendoci dal male. La Chiesa ha ricevuto da Gesù il tesoro prezioso del Vangelo non per trattenerlo per sé, ma per donarlo generosamente agli altri, come fa una mamma. In questo servizio di evangelizzazione si manifesta in modo peculiare la maternità della Chiesa, impegnata, come una madre, ad offrire ai suoi figli il nutrimento spirituale che alimenta e fa fruttificare la vita cristiana. Tutti, pertanto, siamo chiamati ad accogliere con mente e cuore aperti la Parola di Dio che la Chiesa ogni giorno dispensa, perché questa Parola ha la capacità di cambiarci dal di dentro”.Poi il Papa ha aggiunto parole che non erano nel testo scritto: “Solo la Parola di Dio ha questa capacità di cambiarci ben dal di dentro, dalle nostre radici più profonde. Ha questo potere la Parola di Dio e chi ci dà la Parola di Dio? La madre Chiesa, ci allatta da bambini con questa parola, ci alleva durante tutta la vita con questa parola, e questo è grande! E’ proprio la madre Chiesa che con la Parola di Dio ci cambia da dentro. La Parola di Dio che ci dà la madre Chiesa ci trasforma, rende la nostra umanità non palpitante secondo la mondanità della carne, ma secondo lo Spirito”.
Infine, dopo laccenno ai cristiani perseguitati in Iraq, Francesco ha lanciato un appello per la difficile situazione dei lavoratori delle acciaierie Thyssenkrupp di Terni. "Ancora una volta rivolgo un accorato appello, affinché non prevalga la logica del profitto, ma quella della solidarietà e della giustizia. Al centro di ogni questione, anche di quella lavorativa, va sempre posta la persona e la sua dignità! Col lavoro non si gioca! E chi per motivi di denaro, di affari, di guadagnare di più, toglie il lavoro, sappia che toglie la dignità alle persone".


Rai.it

Siti Rai online: 847