[an error occurred while processing this directive]
[an error occurred while processing this directive]

Scream 4 - La produzione

Ritorno alle origini

Quindici anni dopo SCREAM-CHI URLA MUORE - il primo episodio della franchise che iniziava con la celebre, terrificante telefonata che ha cambiato il genere horror per sempre - il regista Wes Craven, lo sceneggiatore Kevin Williamson e gli attori Neve Campbell, Courteney Cox e David Arquette fanno il loro ritorno in un nuovo e audace capitolo dell’amatissima serie.

L’impatto che ha avuto SCREAM è innegabile: i film della saga hanno dato vita ad un genere cinematografico totalmente nuovo, ridefinendo il genere horror per una nuova generazione di spettatori, ed hanno anche il merito di aver lanciato le carriere di molti giovani attori.

In un’era di reboot e remake, SCREAM 4 rende sapientemente onore ai propri fan con un sequel brillante e irriverente, al pari dell’originale.

La saga di SCREAM si è sempre basata sulla spontaneità. Wes Craven riteneva che l’approccio utilizzato da Kevin Williamson fosse geniale e inconsueto.
“Bisogna tornare con qualcosa per cui valga la pena tornare”, commenta Craven, sottolineando gli alti standard imposti dai film che hanno preceduto SCREAM 4.
“Ci si rivolge ad una nuova generazione di fan, ma anche a coloro che hanno visto i tre episodi precedenti, oltre a tutti gli altri film che sono usciti nel corso degli ultimi dieci anni. Era essenziale che il film fosse buono, almeno quanto quei film, e anche di più”.

Con Craven e Williamson a bordo, gli interpreti originali della saga di SCREAM hanno accolto la sceneggiatura di Williamson con entusiasmo, e hanno immediatamente colto l’opportunità di rivisitare i loro ruoli iconici in un mondo completamente nuovo ed estremamente moderno.

I personaggi, nati oramai quindici anni fa, sono stati uno degli elementi centrali nel corso della stesura della sceneggiatura.
“Questo film è molto più simile al primo SCREAM che agli altri due che l’hanno seguito”, puntualizza Arquette. “E’ una nuova generazione. E’ qualcosa di totalmente nuovo. C’è più tecnologia, ci sono più film e più media da prendere in giro”.
La Cox era impaziente di tornare a vestire i panni di Gale Weathers, anche per il piacere di rincontrare il cast e la truppe. “La gente parla continuamente di ‘rifare le cose’, ma questo è uno di quei film che mi sarebbe davvero piaciuto tornare a interpretare, perché ci siamo divertiti talmente tanto a fare i primi tre”, afferma la Cox. Così come negli undici anni che sono trascorsi dall’uscita di SCREAM 3 è cambiato il panorama dei film horror, sono cambiate anche le vite degli indimenticabili protagonisti del film.

In questo capitolo della saga, infatti, incontriamo Linus, Gale e Sidney in fasi totalmente diverse e nuove delle loro vite. Sidney Prescott è l’autrice di un bestseller su come superare i traumi personali. “Si trova in una fase della sua vita completamente diversa ed è riuscita ad accettare ciò che le è accaduto”. Spiega la Campbell.
“Ha trovato il modo di accettare il passato ed ha scelto di aiutare le persone che hanno una storia simile alla sua. All’inizio del film, Sidney è occupata nel tour di presentazioni del suo libro”. Mentre Sidney ha trovato il successo, lo stesso, invece, non si può dire di Gale. “Ha attraversato il tipico blocco degli scrittori”, spiega la Cox riferendosi a Gale. “Ha scritto sei libri ma ora è a corto di idee’. Vive in questa piccola cittadina di Woodsboro ed è piuttosto infelice”.

Per la Cox, Arquette e la Campbell tornare a interpretare i loro ruoli non è stato affatto difficile, soprattutto perché la franchise è tornata nelle mani di due maestri del genere: Craven e Williamson. “Quando un regista come Wes e uno sceneggiatore come Kevin danno vita a questo mondo è facile entrare in questi personaggi”, puntualizza Arquette.

SCREAM 4 riunisce il trio originale di protagonisti, ma conta anche su un gruppo di nuovi attori di talento: nel film, infatti, Ghostface torna dal passato e si scontra con una nuova generazione di ragazzi.
Tra i nuovi membri del cast, troviamo Emma Roberts nel ruolo di Jill, la cugina di Sidney. Jill è la ragazza di Trevor Sheldon, interpretato da Nico Tortorella. “Trevor ha una grande energia, è lui l’uomo del campus, e per tutto il tempo non fa altro che cercare di riconquistare l’amore di Jill”, spiega Tortorella. “Di fronte alle persone nasconde i suoi sentimenti, ma quando si trova da solo con lei le dimostra tutto il suo affetto”.

Hayden Panettiere interpreta Kirby, una ragazza dura, sveglia, senza peli sulla lingua, appassionata di cinema. “E’ sfacciata, è forte ed è furba”, dice la Panettiere riferendosi al personaggio di Kirby. Erik Knudsen interpreta Robbie, il più abile in materia di tecnologia tra tutti i ragazzi di SCREAM 4.
“Uno degli elementi importanti di questo film è dato non solo dall’effetto dei film su questi personaggi ma anche da quello di internet e dal fatto che questi film ne sono stati risucchiati. E’ lui che fa da ponte tra queste due generazioni. Si è divertito molto ad interpretare questo ruolo”, racconta Craven riferendosi a Knudsen.

Completano il cast di SCREAM 4 l’esordiente Marielle Jaffe, (la Lucy Hale di “Pretty Little Liars”), Brittany Robertson (“Life as We Know It”), Aimee Teegarden (“Friday Night Lights”) e Shenae Grimes (“90210”). L’attrice due volte candidata agli Oscar, Mary McDonnell, interpreta zia Kate, la madre di Jill.

Alison Brie
, la star di “Mad Men” e “Community”, interpreta Rebecca, la publicist di Sidney. “E’ molto ambiziosa. E’ intraprendente. Adora Gale Weathers. La ammira e vuole essere come lei”, dice Brie riguardo al suo ruolo.

Poi ci sono i tre nuovi poliziotti che cercano di mantenere l’ordine in tutto questo caos: Marley Shelton, Anthony Anderson e Adam Brody. Brody, da lungo tempo fan di SCREAM, era emozionato all’idea di entrare a far parte della sua amata franchise. “Quando andavo al liceo adoravo questi film, ed ora è fantastico e quasi surreale recitare accanto agli stessi attori che interpretavano quei personaggi. E’ un’esperienza favolosa”, afferma Brody. Anderson era felice di far parte di un progetto così leggendario e brillante. “Ci sono un sacco di colpi di scena nel corso della storia”, afferma Anderson.

Ma SCREAM 4 non sarebbe un film della franchise di SCREAM senza i suoi famosi cammei: tra tutti, quelli dell’attrice premio Oscar Anna Paquin e quello di Kristen Bell, la star di NON MI SCARICARE.

SCREAM 4 è stato girato nell’estate del 2010, ad Ann Arbor, nel Michigan. La produzione ha attirato molti fan della serie, i quali speravano di poter vedere da vicino Sidney, Gale, Linus o Ghostface. Il bello di SCREAM è l’arte della sorpresa, perciò tutti coloro che hanno preso parte alla produzione hanno mantenuto il più assoluto silenzio riguardo ai segreti e ai colpi di scena contenuti nella sceneggiatura. Eppure, Craven ha saputo estendere l’esperienza del set e, occasionalmente, ha provocato le sue legioni di fan su Twitter. E’ così è entrato a far parte della stessa tecnologia che SCREAM 4 biasima aspramente. “Ho passato molto tempo su Twitter per questo film”, ricorda Craven. “Ci sono delle tecnologie che influenzano gli eventi che si verificano nel mondo. E questo è uno degli elementi più importanti di questo film. Le nuove generazioni hanno a disposizione degli strumenti totalmente nuovi per comunicare”.

Il Direttore della Fotografia di SCREAM 4, Peter Deming, è lo stesso di SCREAM-CHI URLA MUORE, SCREAM 2 e SCREAM 3. “Peter Deming è la spina dorsale del look del film. Si è unito al primo SCREAM a metà percorso”, racconta con entusiasmo Craven. “E’ lui che ha conferito al film il suo look ricco e straordinario. Usiamo delle lenti anamorfiche per conferire al film il suo tocco widescreen, esasperato. Il tutto è montato assieme in maniera strepitosa. E’ una cosa meravigliosa riuscire a fare esplodere il terrore. E tutto questo, per gran parte, è merito del lavoro di Peter Deming”.

Anche la Cox era estremamente felice di tornare a lavorare assieme a Craven. “Sono passati circa dieci anni da quando abbiamo girato SCREAM 3 e non credo che lui sia affatto cambiato”, dichiara la Cox riferendosi al regista. “E’ molto divertente, ironico e mi fa ridere”. Craven ha un legame profondo con Sidney, Gale e Linus, e con gli attori che li interpretano.
“L’atmosfera che si respira è rilassata e familiare”, racconta Craven riferendosi a Campbell, Cox e Arquette. “Credo di sapere come tirar fuori il meglio da loro e loro sanno come tirar fuori il meglio da me. I personaggi sono diventati celebri e sono molto ricchi. Con loro tre mi piacerebbe lavorare sempre”.
“In questo business non si ha sempre l’opportunità di fare un’esperienza come questa”, spiega Arquette parlando di SCREAM e del posto che il film si è guadagnato nella storia del cinema. “Lavori con persone con le quali hai lavorato per sedici anni di seguito. E’ qualcosa di speciale. Sarei dovuto morire nel primo SCREAM. Ma Wes disse, ‘Giriamo una scena in cui tiriamo fuori Linus ed è ancora vivo.’ E da lì in poi la mia vita è cambiata per sempre”.