Giubilare il Giubileo?

Nessuno pensa che sarebbe prudente sospendere il Giubileo, per la sicurezza di Roma e della Cristianità tutta?
Nessuno teme che quello che è successo ieri sera a Parigi potrebbe ripetersi fra circa un mese, profittando dell'oceanico raduno prevedibile a Roma?
Stiamo constatando che l'ISIS mantiene le sue "promesse" più puntualmente di qualunque altro governo occidentale: un'occasione così scenograficamente superba e significativa potrebbe esser un bersaglio irresistibile per l'autoaffermazione spettacolare da loro perseguita.
Penso che i benefici spirituali del Giubileo in questo momento non compensino l'immenso rischio al quale si espone il Vaticano, la Basilica di S. Pietro e tutti i milioni di pellegrini che si affolleranno in quell'occasione, nella OGGETTIVA IMPOSSIBILITA' di controllare un evento così massiccio e strabordante, anche se avessimo a disposizione tutti gli eserciti del mondo.
Ho in mente quella fotografia che ritrae il Cupolone sotto la scarica di un fulmine e mi sembra quasi un avvertimento divino. E' un timore del tutto infondato e irragionevole? Perché nessuno si pone il problema? perché non se ne parla? perché i giochi (anche quelli "commerciali"...) ormai sono fatti e non consentono di tornare indietro???

Gabriella Cosentino da Catania.

Rai.it

Siti Rai online: 847