GazzetTinto

Eugenio Barbieri - L’uovo

Pane e Pizza

    » Segnala ad un amico

    Rubriche: Pane e Pizza



    Procedimento:

    L’allontanamento dell’uomo dalla natura, iniziato con la rivoluzione industriale, ha fatto progressivamente perdere il contatto sia con la dimensione magica dei miti pagani sia con quella che è stata la loro evoluzione in riti religiosi.

    La riscoperta di questi elementi culturali, in un periodo storico in cui i nuovi miti, frutto della civilizzazione, cambiano molto rapidamente, potrebbe aiutarci a ritrovare dei riferimenti utili per uscire da quella sensazione di sradicamento che caratterizza la nostra società. Una società che cambia molto più velocemente di quanto sia in grado di fare la capacità di adattamento dell’uomo.

    Il mio è semplicemente di un invito a conoscere le nostre radici ed a comprendere che i rituali e le celebrazioni religiose non sono strutture artificiose, ma rappresentano, nella nostra eterna ricerca di riferimenti, una naturale evoluzione dei miti arcaici dentro cui i nostri antenati si sono riparati per millenni.
    In quest’ottica parleremo dell’uovo. Partendo da dove avevamo iniziato la settimana scorsa, ovvero, dal culto pagano della dea Eostre, divinità collegata al rinnovamento della vita ed alla fertilità attraverso diversi simboli, fra cui, il più carico di significati è sicuramente l’uovo.
    La lepre, animale sacro ad Eostre, deponeva l’uovo della nuova vita per annunciare, con la primavera, la rinascita della natura. La lepre di Eostre si è trasformata poi nell’odierno coniglio pasquale, che porta in dono ai bambini, nascondendole nei giardini, le uova colorate o le uova di cioccolato.

    L’uovo è passato dall’associazione con la primavera a quella con la risurrezione durante il passaggio dal paganesimo al cristianesimo. Ma è sempre rimasto simbolo di rinascita.
    In molte mitologie dell’antichità, rappresentava l'embrione primordiale da cui è scaturita l'esistenza (concetto di uovo cosmico). Era dunque, nuovamente, simbolo di creazione e di rinascita. Ancora oggi, gli astrofici parlano di un nucleo primordiale dal quale si è sviluppato l'Universo per mezzo del Big Bang.

    Le proprietà lenitive dell’albume venivano utilizzate dalla medicina popolare nel caso di distorsioni. Anche la medicina ufficiale ha fatto ricorso all’uovo per la preparazione dei vaccini.
    L'uovo rappresentava per l'uomo un elemento nutritivo di altissimo valore. È mangiato ancor oggi, a Pasquetta nelle frittate pasquali dei pic-nic.