GazzetTinto

Cappellacci ripieni di pecorino di Fossa con pinoli tostati e pere al Sagrantino

Caccia al cuoco Fabrizio Spera

    » Segnala ad un amico

    Difficoltà: Facile
    Rubriche: Caccia al cuoco
    Tipologia: Primi Piatti
    Tempo di preparazione: 20 Min

    Ingredienti: 4 uova + 1 tuorlo 250g di farina 80g di pecorino di fossa 100g di ricotta vaccina pepe q.b. 1 bicchiere di vino Sagrantino 1 stecca di cannella + cannella in polvere la scorza di un’arancia non trattata q.b. la scorza di un limone non trattato q.b. bacche di ginepro q.b. 60g di zucchero 1 pera pinoli q.b. 2 noci di burro sale q.b.

    Procedimento:

    Per il ripieno dei cappellacci: unire il pecorino di fossa grattugiato alla ricotta e aggiungere un po’ di pepe. Mettere sul fuoco una padella con il vino, la cannella in polvere, la scorza d’arancia e di limone, il ginepro, lo zucchero e far bollire il tutto. Nel frattempo, tagliare la pera a fette molto sottili e cuocerle nel vino per 5’. Rimuovere le fettine di pera e continuare a far ridurre il vino. Stendere la pasta con l’apposita macchinetta, confezionare quattro cappellacci e cuocerli in acqua bollente salata. In una padella antiaderente ben calda tostare i pinoli. Quando i cappellacci saranno cotti mantecarli nella padella con i pinoli e il burro. Disporre i cappellacci con i pinoli sul piatto, guarnire con le fettine di pera, alcune gocce della riduzione ottenuta e la stecca di cannella.