Spazio Bigazzi: oli non di oliva Spazio Bigazzi Ingredienti: Spazio Bigazzi Non solo Chef Beppe Bigazzi Procedimento: Per uno nato in mezzo agli ulivi, pensare che si possano usare altri oli, non di oliva, è una cosa incredibile. Però questi oli esistono e alcuni hanno buone caratteristiche e contenuti. Quanto al sapore, è un fatto soggettivo; io non ho mai assaggiato, né mai lo farò, un olio diverso da quello di oliva e che sia, come diceva Columella (grande esperto anche di olio e dotato di conoscenze tecniche straordinarie) "viridis", verde, perché estratto da olive appena raccolte. Anche in fatto di olio, la Roma dei secoli a cavallo della nascita di Cristo, ha dettato regole ancora oggi insuperate. Ma parliamo degli OLI di SEMI, naturalmente ottenuti per semplice torchiatura senza riscaldamento.OLIO DI MAIS - olio di germe e ha questi costituenti: acidi grassi insaturi (85-90%), di cui polinsaturi (acido linoleico) 50%.Acidi grassi satiri (10- 12%). La grande presenza di polinsaturi aiuta a combattere l'eccesso di colesterolo; c'è anche una aprezzabile quantità di Vitamina E.OLIO DI ARACHIDI – uno dei più consumati e denaturati dai trattamenti industriali. Si ottiene normalmente da semi triturati e scaldati prima di essere torchiati. Acidi grassi insaturi (77-90%), di cui acido oleico (50-75%). Polinsaturi (6-25%). La povertà di acidi grassi polinsaturi spiega la debole azione verso l'ipercolesterolemia. Potrebbe migliorare se fosse estratto per semplice torchiatura. OLIO DI MANDORLE DOLCI: Leggero, lassativo, ottimo su ustioni e irritazioniOLIO DI NOCCIOLE: si usa in cucina e in profumeria; contiene l'85-90% di acidi grassi insaturiOLIO DI NOCI: ottenuto per torchiatura, contiene il 73-84% di acidi grassi polinsaturi. Superiore a quello di girasole o di mais. Da 4 kg. di noci secche si ottengono 2 kg. di gherigli che danno 1 litro di olio circa. Tutti questi oli hanno molti utilizzi in cucina come l'olio di soja o di palma, largamente utilizzati nei prodotti da forni. Ma anche quando sono ottenuti dalla semplice torchiatura, resta il problema del sapore. Vorrei ricordare qui una definizione dell'olio di oliva: "INSUPERABILE INSAPORITORE, GRANDE CONSERVATORE, OTTIMO FRIGGITORE, PROTETTORE DELLA SALUTE, MEDICINALE ALTERNATIVO, ELISIR DI BELLEZZA". Credo possa bastare!!! Procedimento:
Per uno nato in mezzo agli ulivi, pensare che si possano usare altri oli, non di oliva, è una cosa incredibile. Però questi oli esistono e alcuni hanno buone caratteristiche e contenuti. Quanto al sapore, è un fatto soggettivo; io non ho mai assaggiato, né mai lo farò, un olio diverso da quello di oliva e che sia, come diceva Columella (grande esperto anche di olio e dotato di conoscenze tecniche straordinarie) “viridis”, verde, perché estratto da olive appena raccolte. Anche in fatto di olio, la Roma dei secoli a cavallo della nascita di Cristo,  ha dettato regole ancora oggi insuperate. Ma parliamo degli OLI di SEMI, naturalmente ottenuti per semplice torchiatura senza riscaldamento.OLIO DI MAIS - olio di germe e ha questi costituenti: acidi grassi insaturi (85-90%), di cui polinsaturi (acido linoleico) 50%.Acidi grassi satiri (10- 12%). La grande presenza di polinsaturi aiuta a combattere l’eccesso di colesterolo; c’è anche una aprezzabile quantità di Vitamina E.OLIO DI ARACHIDI – uno dei più consumati e denaturati dai trattamenti industriali. Si ottiene normalmente da semi triturati e scaldati prima di essere torchiati. Acidi grassi insaturi (77-90%), di cui acido oleico (50-75%). Polinsaturi (6-25%). La povertà di acidi grassi polinsaturi spiega la debole azione verso l’ipercolesterolemia. Potrebbe migliorare se fosse estratto per semplice torchiatura. OLIO DI MANDORLE DOLCI:  Leggero, lassativo, ottimo su ustioni e irritazioniOLIO DI NOCCIOLE: si usa in cucina e in profumeria; contiene l’85-90% di acidi grassi insaturiOLIO DI NOCI: ottenuto per torchiatura, contiene il 73-84% di acidi grassi polinsaturi. Superiore a quello di girasole o di mais. Da 4 kg. di noci secche si ottengono 2 kg. di gherigli che danno 1 litro di olio circa. Tutti questi oli hanno molti utilizzi in cucina come l’olio di soja o di palma, largamente utilizzati nei prodotti da forni. Ma anche quando sono ottenuti dalla semplice torchiatura, resta il problema del sapore. Vorrei ricordare qui una  definizione dell’olio di oliva: “INSUPERABILE INSAPORITORE, GRANDE CONSERVATORE, OTTIMO FRIGGITORE, PROTETTORE DELLA SALUTE, MEDICINALE ALTERNATIVO, ELISIR DI BELLEZZA”. Credo possa bastare!!!

]]>