[an error occurred while processing this directive]
[an error occurred while processing this directive]

Margherita e Stefano

Margherita Granbassi
Cresce nell'Associazione Sport Udinese, sotto la guida di Andrea Magro; dal 2001 è invece in forza nel gruppo sportivo dei Carabinieri, allenata da Giulio Tomassini.

Nelle categorie giovanili ha vinto 3 titoli nazionali Under20, un argento ai Mondiali Cadetti e un argento ai Mondiali Giovani e per 2 volte si è aggiudicata la classifica finale della Coppa del Mondo Giovani.

A livello senior individuale si è affermata vincendo la Coppa del Mondo 2005, dopo il 10° posto ai Mondiali 2003 e alla XXVIII Olimpiade.

Tra le vittorie a squadre: le Universiadi 1999 (argento nel 2001), l'Europeo 2001 e il Mondiale 2004 e, più recentemente, nel 2005 ha conquistato il primo posto nel Campionato Europeo a squadre.

Al campionato mondiale di scherma 2006 svoltosi a Torino si è laureata campionessa mondiale di fioretto femminile, battendo dapprima in semifinale Giovanna Trillini, poi in finale Valentina Vezzali.
Nel 2007 ottiene le medaglie di bronzo (individuale ed a squadre) ai Campionati Europei di Gand ed il secondo posto e quindi la medaglia d'Argento al Mondiale di San Pietroburgo 2007 nuovamente contro Valentina Vezzali.

L'11 agosto 2008 si è qualificata per le semifinali di fioretto individuale dei giochi della XXIX Olimpiade; eliminata dalla Vezzali, ha conquistato nella finale per il 3° posto la medaglia di bronzo sconfiggendo per 15 a 12 l'altra italiana Giovanna Trillini. Il 16 agosto sempre nell'ambito di Pechino 2008 vince il bronzo anche nella gara a squadre.

Nell'autunno del 2008, ex abrupto, intraprende la carriera giornalistica, entrando a far parte dell'edizione 2008-2009 della trasmissione "Anno Zero" su Rai Due al fianco di Michele Santoro, come co-conduttrice, prendendo il posto di Beatrice Borromeo. A seguito di questa partecipazione, e a causa del fatto che i Carabinieri non le concedono l'aspettativa fino a giugno 2009 da lei richiesta, il 15 ottobre 2008 la Granbassi ufficializza il congedo dall’Arma.

Stefano Di Filippo
"Il ballo è una passione, una vera e propria droga. Nonostante i momenti difficili, se entri dentro…non esci più".

Un amore nato quasi per caso per Stefano di Filippo che si è avvicinato alla danza all’età di soli 8 anni, seguendo le orme dei genitori, ballerini dilettanti. Da allora, è stata una continua escalation per il giovane ballerino romano, che si è aggiudicato i primi posti nelle più importanti competizioni internazionali ed e’ l’attuale campione del mondo.

Nei pochi momenti liberi, ama rilassarsi a casa, in famiglia o in compagnia degli amici. Ama collezionare e indossare orologi da polso e ha una vera e propria passione per la casa, tanto che se non avesse assecondato la passione per la danza sarebbe sicuramente diventato imprenditore o agente immobiliare.

Stefano ha anche un grande sogno: quello di “essere ricordato come grande ballerino”.

[an error occurred while processing this directive]