Voi e Laura Cesaretti 09/08/2017

Il problema delle pensioni nasce negli anni '70, quando, a seguito di "conquiste sindacali", è stato modificata la gestione dell'INPS, passando dal sistema a capitalizzazione dei contributi a quello distributivo. Paolo

 

 

 

Stabilire un tetto dignitoso alle pensioni e un’età pensionabile giusta e togliere la spesa pensionistica e anche la spesa sanitaria dal PIL. Nicola da Bari

 

 

Per avere un quando più preciso della situazione in Israele e Palestina bisognerebbe anche menzionare le infinite vessazioni e violenze perpetrate quotidianamente e impunemente da esercito israeliano e coloni nei confronti della popolazione palestinese (ieri l'esercito ha raso al suolo la 39esima abitazione a Gerusalemme est, illegalmente occupata). Sabato sera rai 2 ha trasmesso un concerto in favore dei bambini vittime di guerre e attentati. Nel tristissimo elenco enunciato sono stati tralasciati i bambini di Gaza, morti a centinaia sotto i bombardamenti israeliani. Come mai la nostra coscienza collettiva ignora questi crimini? Ada da Trieste

 

 

 

Smettiamola di dire che Il problema del debito pubblico deriva dalle pensioni! Il debito pubblico è influenzato dagli interessi sullo stesso e dell'evasione fiscale. Solo che è più facile bastonare i pensionati che voler risolvere gli altri due problemi. Luigi

 

 

Bisogna dare un "tetto alle pensioni "come in Svezia. Oscar Padova

 

 

È già ora di introdurre un nuovo sistema contributivo per le pensioni, visto che la robotica sottrae posti di lavoro...non è già ora di metterlo a carico delle multinazionali, visto che sono così ricche da sottrarre ricchezza e quindi opportunità di consumo a molti ?...

 

 

 

Prendendo spunto dai fatti di Codigoro, secondo lei, in generale, un amministratore pubblico deve imporre le proprie idee (o quelle del suo partito) oppure deve cercare di soddisfare i desideri della maggioranza dei suoi cittadini? Renzo FI

 

 

 

Augurerei ad Ezio Mauro di avere almeno un milionesimo della umanità di Grillo. Regolamentare leONG impedisce il traffico di esseri umani. Non si spegne così lo spirito umanitario degli italiani. Liliana

 

 

 

Grazie della trasmissione. Ma è Delrio che risponde alla sovranità del popolo italiano o è il popolo italiano che risponde a Delrio, depositario di una conoscenza e di un potere superiori, in quanto privilegiato interprete della costituzione italiana e delle leggi internazionali? Sara da Roma

 

 

Sì certo, la soluzione è sempre quella di colpire l'untore di turno, quello indicato dalla vulgata popolare (mediatica) di turno, nel caso i pensionati. Poi magari scopriamo che, i famosi ( o famigerati F35) dei quali non sappiamo (noi) che farcene visto che si tratta di bombardieri a lungo raggio , continuano a non volare, ma il loro prezzo è più che raddoppiato ... e la fine dello sviluppo ulteriormente ritardata (altri 5 anni). Se invece di attaccarsi al primo "untore" a tiro di bercio si facesse un'opera seria di revisione degli sprechi e di emersione delle voragini pubbliche, altro che welfare.

 

 

 

Dopo un anno di gestione, Roma, comunicano i media, ha un miliardo in più di debito o in meno? Giuseppe Aldo

 

 

 

Lo status quo e i diritti acquisiti intoccabili sono la vergogna di questo paese. Sindacati e politici in malafede hanno mandato a rotoli l'Italia e gli attuali perseverano nel ladrocinio. Romana 52

 

 

 

Vorrei dire alla signora di Treviso che non esiste alcuna accezione negativa del termine "femmina". Grazie, Maria

 

 

 

Roma, forse, comincerà a cambiare quando sarà governata da qualcuno che non darà la colpa alle precedenti sciagurate amministrazioni.

 

 

 

 

A Mariangela scandalizzata per la Sicilia, andrebbero ricordati i 180 miliardi di evasione, di cui il suo Veneto è campione. Massimiliano dall'Abruzzo.

 

 

Cosa avevano promesso i grillini durante la campagna elettorale? In quanto tempo??? Rossella

 

 

In Italia manca una competente ed efficiente formazione professionale degli insegnanti. Ma che sperimenti a fare? Giulia

 

 

 

Totalmente contraria alla riduzione a quattro anni delle scuole superiori; casomai se proprio si dovesse, si potrebbe ridurre il ciclo primario; e secondo me il liceo classico italiano dovrebbe essere patrimonio dell'Unesco. Maria Filigno

 

Rai.it

Siti Rai online: 847