GazzetTinto

[an error occurred while processing this directive]

La patata dolce del Veneto

Bigazzi - Le ricette della memoria

    » Segnala ad un amico

    Tipologia: Dessert
    Rubriche: Bigazzi - Le ricette della memoria
    Tempo di preparazione: 1 ora
    Difficoltà: Difficile



    Una dieta quotidiana basata su cibi semplici ha sempre difeso l’uomo da molte malattie. Su questo assunto il CNR di Padova e la Terza Università di Vienna hanno condotto due studi molto interessanti. Per portare in tavola la salute è certamente di aiuto anche la PATATA DOLCE coltivata in Veneto e particolarmente a Scorzè. Io l’ho conosciuta negli Stati Uniti dove viene utilizzata per torte, ma cotta al forno con la buccia, come contorno per accompagnare piatti di carne, oppure semplicemente condita con un filo di olio e sale è un alimento delizioso. Naturalmente bisogna adattarsi (ma bastano un paio di occasioni) al suo sapore molto particolare. Il valore energetico di questa patata (per 100 g.) è qui sulla nostra lavagna e Daria Arduini ce ne parlerà.

    PATATA DOLCE AL FORNO: Lavare accuratamente le patate senza sbucciarle. Praticare delle incisioni longitudinali e mettere in forno a 180 gradi avendo cura di rigirarle per evitare che si brucino. Sfornare e lasciar raffreddare.

    TORTA DI PATATE DOLCI: Lessare e frullare le patate; tagliare a pezzetti le mele. Amalgamare gli altri ingredienti ( latte, zucchero, liquore, lievito, uvetta, pinoli, sale e farina) e formare un impasto consistente. Ungere una pirofila con del burro e una spolverata di farina; cuocere a 200 gradi per circa 60 minuti finchè la superficie non sarà ben dorata.

    Marco Mondini ci preparerà dei piatti con le patate dolci e DARIA ARDUINI alla lavagna con Beppe.