Le spigolature di Carlo Cambi: il riso Facile 20 Min Il RISO, conosciuto e coltivato già nel 10.000 a.C., è conosciuto dai Greci e i Romani attraverso Alessandro Magno mentre nel Sud dell'Italia solo grazie agli Arabi; non si diffuse come importante coltura agraria fino al XVI secolo quando gli Sforza nel Milanese e nel Pavese fecero in modo che si potesse affermare anche in quelle aree ove le popolazioni rurali trovavano maggiori difficoltà di insediamento. Il riso appartiene al gruppo dei cereali in quanto deriva dal chicco della spiga. Un prodotto tanto piccolo quanto ricco di proprietà nutritive, qualità dietetiche, elevata digeribilità, superiore a qualsiasi altro farinaceo. Ha un elevato contenuto di amido (circa 75%), bassi contenuti in proteine e in grassi; è privo di glutine e quindi è un alimento prezioso per i soggetti celiaci e nelle allergie alimentari. Un'importante fonte di vitamine del gruppo B e di numerosi sali minerali. L'Italia è primo paese produttore di riso a livello europeo. In Italia la coltivazione del riso è concentrata principalmente in una limitata area della Pianura Padana compresa tra il Po e le Prealpi che si estende nelle province di Pavia (soprattutto la Lomellina) e Milano in Lombardia e nelle province di Novara e Vercelli in Piemonte. Altre importanti zone di produzione risicola si trovano nella provincia di Ferrara, nelle province di Verona e Mantova ed in Sardegna dove le risaie sono presenti nella Piana del Campidano vicino ad Oristano