"Lumpia"(Involtini fritti di verdure e carne) Andrea Mainardi Giro del Mondo in Cucina Ingredienti: Ingredienti per 4 persone: Per la pasta: 200 g di farina di riso curcuma q.b. acqua q.b. Per il ripieno: 250 g di carne di suino macinata 50 g di germogli di soia 10 g di olio di sesamo 5 g di semi di sesamo 5 g di salsa di soia 1 cipollotto grande 1 carota grande 1 costa di sedano bianco 1 zucchina grande Per la salsa agrodolce: 1 tazza di acqua 1/2 tazza di aceto di vino bianco 1/2 tazza di zucchero 4 cucchiai di passata di pomodoro 2 cucchiai di amido di mais 1 cucchiaino di olio extravergine di oliva Inoltre: 1 l di olio di semi di arachide LA CUCINA ALLO SPECCHIO Media 30 min Primi Piatti ANDREA MAINARDI Procedimento: Lavare ed asciugare le verdure; tagliarle a listarelle sottili, avendo cura di eliminare i filamenti dal sedano e di pelare la carota. In un wok mettere un filo d'olio di sesamo, aggiungere la carne di suino macinata ed il cipollotto tritato, far appassire quindi unire le altre verdure. Sfumare con la salsa di soia e portare a cottura. Aggiustare il sapore con il sale e i semi di sesamo. Preparare la pasta amalgamando la farina con l'acqua e colorarla con la curcuma; stendere un velo sottile e ricavare dei quadrati. Farcire con il ripieno precedentemente ottenuto e ripiegare in modo da conferire la classica forma ad involtino. Friggere per immersione nell'olio di semi di arachide. Servire con la salsa agrodolce preparata facendo cuocere per 5' in una casseruola l'acqua, l'aceto, lo zucchero, la passata di pomodoro e l'amido di mais stemperato in un cucchiaio di olio. Il Lumpia è un piatto consumato nelle cucine filippina ed indonesiana, di origini cinesi e molto simile agli involtini primavera. La ricetta, sia nella versione fresca che fritta, è stata importata in tutto il Sudest asiatico dagli emigranti cinesi provenienti dalla provincia del Fujian ed è diventata popolare soprattutto nelle Filippine e in Indonesia. Il piatto è stato esportato anche in paesi europei come ad esempio i Paesi Bassi, dove si chiama loempia (termine generico per indicare, in lingua olandese, qualsiasi tipo di involtino primavera). In questa ricetta: le verdure e la carne vengono cotte in un wok, successivamente avvolte nella pasta preparata con la farina, l'acqua e la curcuma e fritte in olio di semi bollente. Gli involtini così ottenuti vengono serviti con una salsa agrodolce. Procedimento:
Lavare ed asciugare le verdure; tagliarle a listarelle sottili, avendo cura di eliminare i filamenti dal sedano e di pelare la carota. In un wok mettere un filo d'olio di sesamo, aggiungere la carne di suino macinata ed il cipollotto tritato, far appassire quindi unire le altre verdure. Sfumare con la salsa di soia e portare a cottura. Aggiustare il sapore con il sale e i semi di sesamo.
Preparare la pasta amalgamando la farina con l’acqua e colorarla con la curcuma; stendere un velo sottile e ricavare dei quadrati. Farcire con il ripieno precedentemente ottenuto e ripiegare in modo da conferire la classica forma ad involtino.
Friggere per immersione nell’olio di semi di arachide. Servire con la salsa agrodolce preparata facendo cuocere per 5’ in una casseruola l’acqua, l’aceto, lo zucchero, la passata di pomodoro e l’amido di mais stemperato in un cucchiaio di olio.

Il Lumpia è un piatto consumato nelle cucine filippina ed indonesiana, di origini cinesi e molto simile agli involtini primavera. La ricetta, sia nella versione fresca che fritta, è stata importata in tutto il Sudest asiatico dagli emigranti cinesi provenienti dalla provincia del Fujian ed è diventata popolare soprattutto nelle Filippine e in Indonesia.
Il piatto è stato esportato anche in paesi europei come ad esempio i Paesi Bassi, dove si chiama loempia (termine generico per indicare, in lingua olandese, qualsiasi tipo di involtino primavera).
In questa ricetta: le verdure e la carne vengono cotte in un wok, successivamente avvolte nella pasta preparata con la farina, l’acqua e la curcuma e fritte in olio di semi bollente. Gli involtini così ottenuti vengono serviti con una salsa agrodolce.

]]>