Logo Radio3 2017

Autrice del programma è Gabriella Caramore ,
Paola Tagliolini curatrice,
Benedetta Caldarulo redazione e regia,
Cristiana Munzi consulente musicale. Via Asiago n.10 00195 Roma Indirizzo-mail uominieprofeti@rai.it


FOTOGALLERY

Rimini, 30 - 31 ottobre 2015 - Il coraggio di essere umani - Dalle periferie del mondo le risposte alle emergenze del nostro tempo

 

COMUNICATO STAMPA 14/10/15​

 Il coraggio di essere umani

Dalle periferie del mondo le risposte alle emergenze del nostro tempo

CONVEGNO NAZIONALE

30-31 OTTOBRE 2015
RIMINI

 
«E' in aumento il numero dei minori profughi non accompagnati che sbarcano; come Papa Giovanni XXIII lanciamo un allarme. Le ragazzine che arrivano sono proprio piccole. Si sta abbassando di molto l’età dei minori non accompagnati, moltissimo. E tutte subiscono violenza in Libia, è sistematico». Queste le parole di Giovanni Fortugno responsabile per la Comunità Papa Giovanni XXIII del servizio immigrazione, impegnato in prima linea negli sbarchi a Reggio Calabria.

Le persone sbarcate a Reggio sono circa 37.000 da giugno dell’anno scorso ad oggi. Il 10% di queste sono minori non accompagnati, e novità di quest’anno è: fra loro ci sono più bambine, che bambini. I minori in fuga non accompagnati provengono principalmente da Eritrea, Somalia, Gambia, Egitto e Nigeria.

«Qualche giorno fa una ragazza di 20 anni, che viveva in un villaggio raso al suolo da Boko Haram in Nigeria, ha raccontato di aver visto suo marito morire, lei è stata presa a legnate e le hanno rotto i denti. E’ arrivata in Italia incinta, molto provata dal punto di vista psicologico. Ogni sbarco ci porta persone torturate, un ragazzino eritreo arrivato pochi giorni fa aveva la schiena veramente dilaniata. Sono torture, senza un motivo specifico, ogni scusa va bene. Vengono messi in questi capannoni prima della partenza per un mese, gli danno da mangiare riso ed erbe e poi li mettono sui barconi».

I ragazzini che sbarcano soli, anche a 10 o 12 anni, sono sempre più provati, più sporchi, psicologicamente e fisicamente devastati. In Libia sono tenuti in condizioni disumane. Sempre più spesso hanno la scabbia o la tubercolosi.

I volontari della Papa Giovanni li accolgono, ascoltano le loro storie, forniscono un tutoraggio legale, li inseriscono a scuola. Continua Fortugno: «Cerchiamo di costruire con loro un progetto sebbene di 300 minori arrivati quest’anno solo una piccola percentuale sia rimasta all'interno dei percorsi di accoglienza, molti scappano e di loro si perdono le tracce».

Di questo e di altri temi si parlerà il 30 e 31 ottobre al convegno nazionale “Il coraggio di essere umani”, organizzato a Rimini dalla Comunità Papa Giovanni XXIII.

Il programma delle due giornate prevede confronti tra esponenti della società civile, politica ed ecclesiale, storie di profughi sopravvissuti agli orrori della Libia e alla traversata in mare, testimonianze di volontari impegnati in prima linea negli sbarchi, nelle zone di conflitto e nei campi profughi in Libano e Grecia.
Tra i relatori Andrea Riccardi, Comunità di Sant’Egidio; Stefano Zamagni, economista; Domenico Quirico, giornalista; Gianfranco Cattai, Focsiv; Francesco Petrelli, Concord Italia e Johan Ketelers, International Catholic Migration Commission.
A moderare Enzo Romeo giornalista Rai e Alberto Chiara inviato di Famiglia Cristiana.

Scarica il programma: ilcoraggiodiessereumani.apg23.org
Sono disponibili gratuitamente foto in alta risoluzione: vedi i provini 

ufficio stampa:  
Francesca Ciarallo 349 2258341
Marco Tassinari 328 1187801

UFFICIO STAMPA

Via Argine 4 - 37045 LEGNAGO (VR)
tel. 0442 25174 - fax. 0442 25132
ufficiostampa@apg23.org
Responsabile: Alessio Zamboni, 348 8015978

Rai.it

Siti Rai online: 847