Energia: l'unica fonte alternativa è... l'atomo

La conduttrice di questa settimana la sig.ra Concita de Gregorio non ha sviluppato bene il confronto tra l’energia  derivante da combustibili fossili e quelle fotovoltaica ed eolica.

Se si pensa di mandare avanti l’industria italiana e i treni con quest’ultima forma di energia, non si capisce bene quali sono gli ordini di grandezza in gioco. Soltanto per l’energia elettrica l’italia ha un fabbisogno di 350 Terawattora all’anno, vale a dir 350 miliardi di kWh, numeri enormi. Ora e mai è possibile pensare che le  rinnovabili attuali (il sole e il vento) possano fornire tanta energia, perché sono discontinue  e non possono captare energia nelle quantità dette. Le rinnovabili posso essere solo integrative rispetto alle fonti tradizionali.

La signora Concita farebbe bene a informarsi meglio. Lo sappiamo tutti che il Petrolio e il Gas sono inquinanti e anche strumenti di politiche perverse, ma oggi purtroppo non ci sono alternative. Ce n’era una: il nucleare, ma è stato scartato perché rischioso, a mio giudizio troppo in fretta, però tant’è.
 
Ing. Cesare Marchetti

Rai.it

Siti Rai online: 847