Velvet

VELVET è la storia di quattro artisti che inizia a Roma nel 1998. Una storia scritta e vissuta con passione, musica, gavetta, sogno e strada da percorrere insieme: quella degli interminabili kilometri dei tour ma soprattutto quella della crescita umana e artistica di una band.

Nell’estate del 2000 esce in radio Tokyo Eyes, prima vera hit della band, che resta per più di venti settimane in classifica. Nel 2001 i VELVET partecipano alla 51ª edizione del Festival di Sanremo con “Nascosto dietro un vetro”. Pochi mesi dopo viene pubblicato “VERSOMARTE” (Emi, 2001), primo album del gruppo: dodici canzoni che richiamano la passione per il brit sound, dove le chitarre sono attrici protagoniste. Nello stesso periodo i VELVET partecipano al Brand New Tour organizzato da MTV sui palchi dei più prestigiosi club italiani.

Nell’estate 2001 arriva la consacrazione del grande pubblico con l’ironia della hit  “Boyband”.  Inizia per i VELVET il momento d’oro: partecipazioni a grandi eventi e alle più importanti trasmissioni tv, due nomination nelle categorie “Miglior gruppo” e “Miglior rivelazione” agli Italian Music Awards, l’inizio del VERSOMARTE TOUR che raggiunge le principali città italiane.

Nell’Ottobre del 2002 i VELVET incontrano un loro idolo storico, Edoardo Bennato, nella cover-tributo “Una settimana, Un giorno”, brano che riscuote un grande consenso di pubblico e critica e che anticipa l’uscita del secondo album della band, “COSE COMUNI” in cui il sound VELVET si evolve verso un rock più convinto e maturo. Il successo si cristallizza in “Funzioni Primarie”.

                                        
Chiusa la collaborazione con Emi il gruppo romano torna in studio e all’insegna del motto “nel dubbio distorci” prende vita “10 MOTIVI” (Universal, 2004): il disco della svolta, tormentato e colmo di risentimento ma, nelle parole della band, “liberatorio”. “Dovevo dirti molte cose” partecipa a Sanremo e viene definita da alcuni critici la “canzone del decennio”.

Il “10 MOTIVI TOUR”  attraversa tutto il bel paese. I VELVET diventano protagonisti di acclamati concerti e piazze colme per eventi come Mtv Day, Primo Maggio, Cornetto Free Music Live, LIVE 8.

Pier, Gianka, Ale e Poffy tornano sul palco sanremese con “Tutto da rifare” che anticipa VELVET, quarto album della band che include un omaggio al maestro della musica inglese: lui è John Lennon, la cover è Beautiful Boy.

Nell’agosto del 2008 la band rientra in studio affrancandosi da qualsiasi influenza esterna con la forte volontà di iniziare un nuovo percorso.

All’inizio dell’autunno i Velvet approdano all’ombra della Mole Antonelliana. Torino, una nuova atmosfera, la produzione di Ale Bavo e Gianni Condina (Casasonica), dissonanti stimoli creativi: l’inizio di una rivoluzione. Nasce così “NELLA LISTA DELLE CATTIVE ABITUDINI” in uscita il 17 aprile 2009, anticipato dal singolo “Tutti a casa”, in rotazione nelle radio dal 13 marzo.


I VELVET sono:

PIERLUIGI FERRANTINI (voce e chitarra, 1974)
GIANCARLO CORNETTA (batteria, 1970)
PIERFRANCESCO BAZZOFFI (basso, 1977)
ALESSANDRO SGRECCIA (chitarra, 1974)

Rai.it

Siti Rai online: 847