GazzetTinto

Giuseppe Calabrese (Peppone)

Potentino doc, classe 1975, Giuseppe Calabrese, Peppone per gli amici, è un ragazzone dal sorriso contagioso, maglioncino girocollo blu e blu jeans d’ordinanza.

Come tutti i Lucani, ha un profondo attaccamento alla sua terra, la verdissima ed autentica Basilicata -terra della salsiccia e del caciocavallo podolico. Nutre un'ipnotica attrazione per le tradizioni contadine, che rendono unici i mille volti dell'Italia.

Dopo anni goliardici al liceo Classico, si è trasferito a Siena per studiare, alla facoltà di Giurisprudenza ma entra così tanto a contatto con la gente del luogo che finisco per essere battezzato nella contrada della chiocciola in virtù della fraterna amicizia con i due Alfieri Beppe e Franco. A meno tre esami dall'ambito traguardo, inizia a lavorare come amministrativo al CNR, viaggiando spesso fra Roma e Siena. Sempre a Siena frequenta il master in gestione del personale. A Roma consegue un secondo master in organizzazione di eventi, comunicazione e marketing.

Durante un evento mondano capitolino incontra la sua dolce metà, Damiana, una designer siciliana che lo abbaglia. Peppone dice: “Mi ha conquistato con la cucina, con quelle libidinose ricette che han fatto tremare il palato perfino a Federico II di Sveva… Mentre io sognavo, lei tragicamente mi propose il suo must: tortino di miglio al profumo di seitan dal forte potere alcalinizzante...”  I miei sogni erano andati in frantumi ma le mie coronarie con lei si sarebbero di certo salvate!”  Si sposano nel 2015 e rientramo a Potenza in pianta stabile per motivi personali. Insieme ad altri amici storici, Bianca e Vincenzo (suoi testimoni di nozze) fonda un’associazione di volontariato che oggi compie 11 anni di attività incessante al servizio del suo territorio. Ha convogliato tutta la sua voglia di arrivare alla gente e narrare le tradizioni della terra nel suo locale, dove racconta in maniera accorata e sentita, le origini e la storia di chi quei frutti, quel cibo, quelle tradizioni antiche trasformandole nella cucina del suo bistrot enogastronomico. 

A La prova del cuoco sarà l’ambasciatore dello street food, viaggerà per tutta l’Italia, toccando piazze, mercati, vie del centro, sempre con un cartoccio tra le mani…