Logo Rai3

Aspettando la fase finale

Puntate integrali

STEFANO BUSSA

Avete commesso un crimine, cercate di giustificarvi. Nel racconto ci devono essere un calciatore e un carillon, è il 1 gennaio.

UN INCIDENTE AEREO

Addio giornata di sci, eccomi di nuovo chiuso in camera per punizione.

Leonardo parlava al suo unico interlocutore,il cagnolino Artù, che lo guardava con comprensione ed abbaiava piano per consolarlo.

Eppure tutti sanno che il giorno di Capodanno è il migliore per sciare, la piste sono vuote. Mi hanno concesso la televisione, ma l’intervista a Totti non mi interessa, voglio sciare.

Artù seguiva attentamente.

Non è stata colpa mia se le pere sono arrivate sulla testa della gente, io cercavo solo di far cadere il mio aeroplanino dall’albero, non sapevo che dietro il muro c’era la strada.

Anche Totti aveva smesso di parlare e sembrava ascoltarlo.

Che idea regalarmi a Natale un aeroplanino, in montagna. Un regalo avvelenato, si è incastrato ovunque. Dal tetto del pullman è caduto da solo quando è partito. Ma dall’albero non voleva scendere, ho dovuto lanciare ben 13 pere per farlo cadere. Ho colpito 6 persone che passavano dietro il muro, ma non lo sapevo, sono innocente.

Artù era veramente impressionato dallo sconforto del suo padrone.

E poi non hanno voluto ascoltarmi ,il proprietario dell’albergo era talmente arrabbiato che era diventato viola e papà non ha voluto difendermi; condannato senza avvocato.

Si mise a sedere sul divano caricando un carillon, Artù posò il muso sui suoi piedi, Totti gli fece un sorriso.