Le Mani

Le Mani (Antonio Marcucci Chitarre, Luigi Scarangella Voce, Francesco Stoia –Ciccio- Basso, Marco Pisanelli Batteria, Angelo Perna Tastiere) sono un fiume, una confluenza musicale che si è compiuta a Roma, ma che arriva da una città lontana dal chiasso di qualsiasi metropoli, Matera. Alcuni dei componenti della band hanno suonato per anni nella Capitale: si chiamavano No Men’s Code e portavano avanti un crossover senza grandi sconti. Vaste le loro passioni, dal metal più evoluto, quello contemporaneo, al rock storico. Nel 2004, l’incontro con gli Ar.Ca.Dia, con il canto e l’attenzione alle parole di Gigi, è stato il big bang per una nuova avventura, fatta di punti vista complementari, mai univoci, che hanno innescato un clima assolutamente creativo. Le idee hanno cominciato a rimbalzare fra di loro, arricchendo la prospettiva sonora, portandola verso un pop indipendente contemporaneo, che non ha rinunciato ai momenti di forza e all’elettricità, sul palco e in studio.

Il nome Le Mani nasce per mettere in evidenza un approccio senza  rete, di sensibilità pura e semplice nei confronti delle emozioni. Una parte del corpo che mette costantemente in contatto con la realtà, che può accarezzare e aggredire, come la musica che viene suonata.

Dopo l’esordio dello scorso anno, In fondo, a cui hanno fatto seguito numerosi concerti e una serie di riconoscimenti da parte della stampa non solo specializzata, arriva il secondo album, Anno Luce.

Gigi, cantante e autore dei testi insieme al chitarrista Antonio, racconta la genesi di questo loro secondo figlio: ‘L'album nasce dalle impressioni vissute durante lo scorso tour, tra un concerto e un viaggio in furgone attraversando l’Italia. Nasce dallo stupore di vivere nuove emozioni, e da altre che invece sono proprie degli esseri umani, quale l’Amore, l’odio per la guerra, il viaggio introspettivo per capire se stessi; tutte situazioni che accadono nel quotidiano, e che ti lasciano un segno. Siamo innamorati di queste canzoni, e speriamo che questo sentimento, attraverso l’album e i live, possa raggiungere il pubblico ed emozionarlo”.

Rai.it

Siti Rai online: 847