Logo Rai3

Aspettando la fase finale

Puntate integrali

ADELMO MONACHESE

Hai scoperto di avere un doppio che in tua assenza è la causa di eventi inenarrabili. La narrazione è al tempo presente e nel racconto ci devono essere una radio e una prostituta.

LA VERSIONE REALE DEI FATTI

“Da queste situazioni c’è più da guadagnare che da perdere”. Il vicesegretario mi incita.

“Salve a tutti. Sono qui per fornirvi la versione reale dei fatti. Prima però vorrei mandare un abbraccio alla nostra grande coalizione, che da sempre si distingue per la difesa e la promozione dei valori della tradizione nel nostro Paese”.

“Presidente, conferma o smentisce?”.

“Mi preme affrancare la mia figura e quella della mia famiglia da tutto ciò. Queste cose mi danneggiano come uomo, padre e marito”.

“Conferma il ritrovamento del cadavere della prostituta nella sua Cappella privata?”.

“La ragazza non era una prostituta. Era nostra nipote. Era qui per scegliere l’Università”.

“Il cadavere è stato rinvenuto senza vestiti e, conficcata nel retto, aveva l’antenna di una delle sue radio d’epoca. Perché non ne ha denunciato il furto?”.

“Nessuno in casa l’aveva notato”.

“Presidente, e il fallo di ebano conficcato nella nuca del cadavere? Neanche di quello avevate notato la mancanza?”.

Le risate dietro i flash sono d’aiuto, posso pensare.

“Ci sono cose che ultimamente stanno sfuggendo al mio controllo”.

“Presidente, ha assunto più collaboratori dei suoi predecessori e dice che le cose sfuggono al suo controllo, com’è possibile?”.

“Pensavo che questo aspetto potesse essere chiarito dagli investigatori, ma mi vedo costretto a provvedervi io: c’è in giro un uomo che riesce prendere il mio posto agli occhi di chiunque”.

Il vicesegretario mi fissa. Bravo, sembra dirmi. Invece lo sta dicendo a se stesso.