Numeri e ansia

Ho trovato singolare che una pur pregevole iniziativa di una impresa commerciale (la casa editrice il Mulino), possa aver avuto non solo spazio incontrastato dedicato agli ascoltatori, ma essere scelto per la riflessione su un tema così importante: la ricerca, intesa come ri-trovamento, di sicurezze. Dopo l'imbroglio della crisi economica, della 'fragilità sistemica' abilmente sfruttata dai paperoni per derubare del futuro i paperini coi loro modelli economici e matematici, è davvero necessario riaffidarsi alla centralità dei numeri, quando la centralità è dei modelli che interpretano?
I numeri da soli non dicono nulla; sono le nostre letture delle relazioni che sottendono i numeri, o meglio le quantificazioni delle grandezze che sono nella nostra attenzione, che generano sicurezza o insicurezza, in grado più o meno fine, secondo il metro numerico adottato.

Duilio Carli

Rai.it

Siti Rai online: 847