La pizza Garibaldi Pane e Pizza Pane e Pizza Procedimento: Il 21 Marzo scorso, ANITA GARIBALDI, diretta discendente del Generale Giuseppe Garibaldi, ha tenuto a battesimo a Napoli la nuova "PIZZA GARIBALDI" ideata dai pizzaioli aderenti alla Confcommercio di Napoli e provincia, per celebrare i 150 anni dell'Unità d'Italia. La presentazione di questa pizza fa parte di una serie di iniziative che i commercianti hanno cominciato a mettere in campo a partire dal 17 marzo; in particolare i ristoratori propongono il "Piatto dell'Unità d'Italia", mentre le pizzerie realizzano la "Pizza Garibaldi". Entrambe le preparazioni sono ispirate ai colori della bandiera nazionale o ad altri tipi di richiamo all'immagine del Belpaese, secondo la fantasia dei ristoratori e dei pizzaioli. In quest'ottica danno il loro contributo anche le pasticcerie, le gelaterie e i bar. La ricetta della PIZZA GARIBALDI è risultata da un'apposita selezione effettuata tra varie proposte pervenute all'associazione dei ristoratori e dei pizzaioli e sarà presentata nel nostro studio da PAOLO SURACE (pizzaiolo) con l'ausilio di PIETRO RUSSO (Presid. Confcommercio di Napoli). All'interno del disco della pizza viene realizzata, con dei cordoli di pasta, una bandiera tricolore con verdure per il verde (zucchine o friarielli), mozzarella di bufala o provola per il bianco, pomodoro con base di mozzarella per il verde. La parte esterna della bandiera è farcita con altri ingredienti che richiamano il tricolore, posti in aree diverse a seconda della compatibilità dei vari ingredienti: rucola e parmigiano, pomodorini e mozzarella, mozzarella e friarielli (o altra verdura di stagione). Procedimento:

Il 21 Marzo scorso, ANITA GARIBALDI, diretta discendente del Generale Giuseppe Garibaldi, ha tenuto a battesimo a Napoli la nuova “PIZZA GARIBALDI” ideata dai pizzaioli aderenti alla Confcommercio di Napoli e provincia, per celebrare i 150 anni dell’Unità d’Italia.
La presentazione di questa pizza fa parte di una serie di iniziative che i commercianti hanno cominciato a mettere in campo a partire dal 17 marzo; in particolare i ristoratori propongono il “Piatto dell’Unità d’Italia”, mentre le pizzerie realizzano  la “Pizza Garibaldi”. Entrambe le preparazioni sono ispirate ai colori della bandiera nazionale o ad altri tipi di richiamo all’immagine del Belpaese, secondo la fantasia dei ristoratori e dei pizzaioli. In quest’ottica danno il loro contributo anche le pasticcerie, le gelaterie e i bar.
La ricetta della PIZZA GARIBALDI è risultata da un’apposita selezione effettuata tra varie proposte pervenute all’associazione dei ristoratori e dei pizzaioli e sarà presentata  nel nostro studio da PAOLO SURACE (pizzaiolo) con l’ausilio di  PIETRO RUSSO (Presid. Confcommercio di Napoli).
All’interno del disco della pizza viene realizzata, con dei cordoli di pasta, una bandiera tricolore con verdure per il verde (zucchine o friarielli), mozzarella di bufala o provola per il bianco, pomodoro con base di mozzarella per il verde.
La parte esterna della bandiera è farcita con altri ingredienti che richiamano il tricolore, posti in aree diverse a seconda della compatibilità dei vari ingredienti: rucola e parmigiano, pomodorini e mozzarella, mozzarella e friarielli (o altra verdura di stagione).

















                                                            














]]>