In evidenza

Stefano Voltaggio

Sceneggiatore

Si deve a lei la scrittura della romantica storia d’amore tra i protagonisti de Titanic. Nascita di una leggenda ?
"Credo di aver portato alle sceneggiature, più che la trama romantica, un calore nella scrittura: le relazioni tra i personaggi, in termini di sentimenti coinvolti. Insisto, non si tratta solo di una storia d’amore ma anche di amicizia, si parla di rapporti di lavoro e di scontri sociali.
Insieme agli altri autori, non abbiamo lavorato in maniera separata alle diverse storie ma abbiamo cercato di unirle il più possibile. Abbiamo lavorato su linee narrative molto precise, in modo che in ogni episodio fossimo certi di cosa stava accadendo. Abbiamo ideato scena per scena ciò che stava per accadere."

Era importante creare personaggi femminili forti, in questa serie?
"E’ sempre importante portare in scena donne dal carattere forte. Abbiamo personaggi femminili che prendono corpo man mano che la storia avanza, come Joanna Yaegar che appare fin dalla prima scena, e come fanno anche Sofia Silvestri e Kitty Carlton. Sono personaggi forti, che aggiungono molto alla storia."

Una volta approvate le sceneggiature, il suo lavoro è finito?
“Sono l’anello di congiungimento tra RAIUNO, DAP e la produzione, quindi sono coinvolto dall’inizio alla fine. Mi sono anche occupato di tutti i dialoghi della versione italiana. In Italia dobbiamo doppiare tutto e al momento sto supervisionando l’adattamento.”

Per quale motivo pensi che la storia del Titanic affascini ancora oggi?
“Ci sono venuti in mente un paio di idee mentre stavamo ideando il progetto. Molti autori attingono alla mitologia per sviluppare storie e personaggi. Uno dei miti che affiorava era quello di Icaro che, volando troppo vicino al sole, si bruciò le ali. Al tempo si pensava che il Titanic fosse il non plus ultra che si potesse costruire. Fu un progetto enormemente ambizioso. E’ facile cedere alla tentazione quando si cerca si superare i confini della tecnologia. Quando fallisci, è come un memento. E’ qualcosa che ti rimane. E’ la prova che nessuno è infallibile.”

Rai.it

Siti Rai online: 847