Logo Rai3

House Band

Vanilla Sky

Il progetto musicale VANILLA SKY è ad oggi rappresentato da Daniele Autore (voce / chitarra), Vincenzo Mario Cristi (voce / chitarra), Antonio Filippelli (basso / voce), Jacopo Volpe (batteria / voce).

Sin dalla sua prima apparizione il quartetto si è imposto nel panorama alternativo italiano ed internazionale auto producendo dopo solo pochi mesi di vita il primo EP “Play It If You Can’t Say It” tramite il quale si sono aperte le porte dell’allora esordiente genovese Wynona Records. L’etichetta independente ha contribuito alla realizzazione del primo vero LP della band “Waiting For Something”, album che li ha lanciati come una delle più promettenti alternative italiane all’estero riscuotendo un notevole successo anche in Giappone, dove il disco ha raggiunto quasi le venti mila copie vendute. Il tour che ha accompagnato l’uscita del debutto indipendente è durato più di due anni per un totale di duecentosessantasei concerti ed ha permesso al gruppo di accumulare l’esperienza necessaria ad affrontare e talvolta superare gli artisti d’oltre oceano con cui hanno diviso il palco: vanno ricordati i tour con The Ataris, Bowling For Soup, Further Seems Forever, Maxeen, The Offspring, Yellowcard (di cui il chitarrista fondatore della Takeover Records propone di firmare la band negli Stati Uniti). Nel periodo che è intercorso al rilascio di “Waiting For Something” e l’uscita su major che vedrà Universal Italia protagonista nella realizzazione del secondo LP, la band viene notata da Mark Hoppus, leggendario bassista dei Blink182 / +44 che intervista il gruppo per il proprio blog podcast e li richiede come supporto ufficiale per alcune date del suo tour europeo. La sua voce inoltre apparirà nella traccia Nightmare, particolarmente apprezzata dal cantautore californiano già nella prima versione demo. Con “Changes” arriva il debutto mainstream tramite la licenza firmata con Universal Italia ed atraverso il primo singolo Break It Out, brano che comparirà in numerosi spot televisi non solo nazionali, la band si guadagna la copertina di Rock Sound. Lo stesso brano viene richiesto per il famoso videogame Guitar Hero World Tour rendendolo così immortale anche agli occhi dei fan videoludici meno accaniti mentre in The Sims la seconda traccia dell’album On & On diventa una performance interna al gioco, ovviamente in una versione speciale ricantata in SIMMISH. Appena tre mesi dopo l’uscita del disco, su Myspace.com viene rilasciata gratuitamente la cover di Umbrella, originariamente eseguita da Rihanna, che riscuote in breve tempo un succeso tale da invogliare Universal a ristampare l’album in una nuova edizione contenente questa traccia. In Giappone il disco ha più di sei mila copie acquistate ad un mese dall’uscita ed il successo appare imminente. Il tour di promozione dell’album sembra non finire mai e la band condivide il palco con artisti come Good Charlotte, Avril Lavigne, Bad Religion e The Draft. Le date all’estero si moltiplicano e il gruppo ottiene attenzioni in paesi come il Belgio, la Polonia, la Germania, la Turchia, l’Ucraina, la Russia, l’Olanda e la Spagna (in questi ultimi tre paesi con diversi shows sould out). Il video parodia di Umbrella diventa il video clip italiano più visto nel mondo sul network online Youtube.com e l’attenzione dei media si sposta sul quartetto capitolino che viene chiamato ad esibirsi ed apparire in diverse trasmissioni televisive nazionali (Quelli Che Il Calcio, Scalo 76, Festivalbar, etc.) così come nei festival internazionali di spicco quali il Frequency Festival ’07 (Snow Patrol, The Good The Bad and The Queen, Fall Out Boy, Jimmy Eat World, Billy Talent, etc.) il Nova Rock ’08 (Rage Against The Machine, Kid Rock, Incubus, etc.), Heineken Jammin’ Festival ’08 (Vasco Rossi, etc.). In Olanda ed in Belgio il singolo di Umbrella entra nelle classifiche di vendita per diverse settimane ed in Sud America il fan base aumenta a dismisura (in Brasile la cover di Umbrella è il video più vistoi in assoluto). La band all’apice della promozione rilascia il terzo singolo in doppia versione italiano inglese Se Vuoi Andare / Goodbye. Dopo quasi due anni di tour sui palchi di tutta Europa con più di centosessanta concerti all’attivo per il solo tour di “Changes”, quasi quarantamila copie vendute in tutto il mondo e le aspettative raccolte per la realizzazione del nuovo album la band si ferma per lavorare al suo terzo disco che viene rilasciato in GIappone nel mese di Maggio, anticipando così l’uscita nel resto del mondo. Al disco partecipa anche il produttore americano Jamie Woolford (cantante dei noti The Stereo ed ispiratore di artisti come Fall Out Boy e Panic At The Disco!) che curerà la sessione vocale inglese e mixerà l’intero album nelle versioni italiana ed internazionale.

Attiva nel panorama televisvo nazionale grazie al brano Break It Out, colonna sonora degli spot audiovisivi della nuova Seat Ibiza MTv,. la band torna a promuovere il disco nel mercato del Sol Levante con un nuovo tour, iniziando la campagna promozionale che spinge il quartetto a riaprire le danze nei palcoscenici dei super club europei. Il primo video per la canzone Just Dance tratto dalla cover della famosa hit promossa un anno prima da la pop artist Lady Gaga, viene girato in gran parte a New York e ottiene immediatamente un successo meritato. Contemporaneamente a questo video la band realizza un altro clip per la canzone Vivere Diversi (On Fire in Inglese) da donare al web ed a tutti gli “afecionados” che non vedono di buon occhio il ritorno al grande pubblco con una cover confermando così la propria identità di origine underground. Il progetto inoltre continua a lavorare artisticametne a 360° curando personalmente la realizzazione del nuovo sito, curando con maggiore attenzione anche il videopodcast precedentemente conosciuto come “Vanilla Sky Television” ora trasformato in un più contemporaneo e moderno format intitolato “Vanilla Sky Clips”.

Nel Settembre 2010 la band partecipa al suo primo tour mondiale, che nella sua prima parte tocca paesi come la Russia, la Bielorussia e l’Ucraina dove il gruppo è in heavy rotation sui principali canali musicali nazionali radiofonici ed audiovisivi con il brano Just Dance. Poi, di ritorno in Italia per partecipare ad una breve serie di performance, il quartetto torna in Giappone per partecipare al Geki Rock Festival assieme ai tedeschi Donots. Di ritorno dal paese del Sol Levante il gruppo prosegue il tour per tutto Dicembre portando in promozione Fragile in tutta la Germania e l’Austria.

Nel 2011 poi l’artista si ripropone nella sua identità più indipendente ed auto produttiva realizzando il videoclip per il singolo Attimi (Frames in Inglese), scritto e diretto proprio da uno dei membri della band. Con l’attesa di altri due singoli estratti dall’album Fragile, e con la seconda parte del World Tour alle porte, i Vanilla Sky si rinconfermano come una delle realtà internazionali più interessanti e seguite del momento tenendo alta una credibilità maturata negli anni di concerti e lavori discografici dal riscontro globale.

Rai.it

Siti Rai online: 847