Rassegna quotidiani del 18 novembre

Ue, qualcosa sta cambiando – Ernesto Auci – l’Unità

Un’altra strage nel Mediterraneo. Il 39% degli stranieri è profugo – Claudia Fusani – l’Unità

La sinistra, la paralisi delle idee – Paolo Mieli – Corriere della Sera

Piazzisti e piacioni – Marcello Veneziani – Il Tempo

Colpito un ospedale pedriatico ad Aleppo – L’Osservatore Romano

Hillary, i segni della sconfitta. “Volevo barruicarmi in casa” – Marina Valensise – Il Messaggero

L’investitura di Obama non giova alla Merkel – Marco Gervasoni – Il Messaggero

Israele avamposto d’Europa – Capone – Il Foglio

L’ultima caccia agli indecisi – Federico Geremicca – La Stampa

Obama lascia alla Merkel lo scontro con i populisti – Francesca Guerrera – La Stampa

Bilancio Ue più ricco per i giovani. Roma tiene la linea dura e non vola – Marco Bresolin – La Stampa

Da “bugiardi” fino a “ladri”. La grande abbuffata di insulti – La Stampa

Il paracadute del Quirinale sugli scenari del dopo-voto – Stefano Folli – la Repubblica

Lo strappo di Pisapia. “Con il No paese instabile” – Giovanna Casadio – la Repubblica

L’effetto Trump sbarca in Francia – Bernardo Valli – la Repubblica

Travestono da vittoria una sconfitta – Antonio Padellaro – il Fatto Quotidiano

L’agcom si sveglia (tardi) e chiede gli ospiti di Fazio – Gianluca Roselli – il Fatto Quotidiano

Questo referendum non darà risposte all’Italia dei “Robinù” – Michele Santoro – il Fatto Quotidiano

Un Paese in freezer fino al 4 dicembre – Davide Giacalone – il Giornale

 L’incognita delle bugie – Mauro Calise – Il Mattino

Politica e camorra, 9 anni a Cosentino – Mary Liguori – Il Mattino

Caro Berlusconi, critichi renzi ma sei come lui – Giuseppe Cruciani – Libero

Rai.it

Siti Rai online: 847