[an error occurred while processing this directive]
[an error occurred while processing this directive]

La regina dei castelli di carta

L'ultimo capitolo della saga tratta dai romanzi di Stieg Larsson

    » Segnala ad un amico
    • Regia: Daniel Alfredson
    • Cast: Michael Nyqvist, Noomi Rapace, Annika Hallin, Per Oscarsson, Lena Endre, Peter Andersson, Jacob Ericksson, Sofia Ledarp, Johan Kylén, Tanja Lorentzon, Mirja Turestedt, Anders Ahlbom Rosendahl, Magnus Krepper, Michalis Koutsogiannakis, Niklas Hjulström,
      Hans Alfredson
    • Produzione: Yellow Bird, ZDF Enterprises, Sveriges Television, Nordisk Film ZDF e Filmpool Stockholm Mälardalen, Film i väst, Spiltan underhållning
    • Distribuzione: BIM Distribuzione
    • Genere: Thriller
    • Anno: 2010
    • Durata: 148 min.
    • Data di uscita: 28/05/2010
    • Nazionalità: Svezia, Danimarca, Germania
    • Sito ufficiale: www.lareginadeicastellidicarta-ilfilm.it

    Sinossi

    Dopo un micidiale scontro, Lisbeth Salander e Alexander Zalachenko (Zala), suo padre e torturatore, sono entrambi in fin di vita, mentre il gigantesco fratellastro albino di Lisbeth è pericolosamente libero e pronto alla vendetta. I due feriti vengono ricoverati nello stesso ospedale. Le condizioni di Lisbeth, ferita da una pallottola alla testa e costretta all’immobilità, sono più gravi rispetto a quelle del padre, colpito in testa dalla figlia con un’accetta. Lisbeth è in pericolo perché la sua stessa esistenza in vita è una minaccia: se parla, rischia di saltare la copertura di Alexander Zalachenko - spia dell’ex URSS passata al servizio dell’intelligence svedese. I media e la polizia, potrebbero arrivare alla verità e scoprire i crimini che il ramo deviato della SÄPO (i servizi segreti svedesi) nasconde dagli anni Settanta. Tra i quali anche l’aver svenduto la libertà della dodicenne Lisbeth Salander pur di insabbiare le azioni criminose commesse dal padre, preziosa miniera di informazioni segrete.

    Zalachenko sempre violento con la madre di Lisbeth in un episodio più grave le aveva causato emorragie cerebrali con conseguenze letali. Lisbeth, allora solo dodicenne, aveva reagito e aveva cercato di uccidere il padre dandogli fuoco. I servizi deviati, però, riuscirono ad insabbiare tutto.

    Per nascondere l’operato di Zala e mantenere il loro anonimato, fecero rinchiudere Lisbeth in un manicomio con una falsa perizia psichiatrica ad opera dell’influente dottor Teleborian. La popolarità di Lisbeth, sempre più amplificata dai media, e la pericolosità di Zala, inducono gli agenti dei servizi deviati, ormai invecchiati, a tornare in attività per far tacere i due per sempre.

    Mentre lotta tra la vita e la morte, Lisbeth riesce a scampare al tentativo di assassinio, mentre Zala viene eliminato. Grazie alle cure dei medici e a un po’ di fortuna, la ragazza viene dimessa e tradotta in carcere, in attesa di essere processata per tentato omicidio del padre.

    I servizi deviati cercano di depistare gli agenti di polizia e gli stessi colleghi dei servizi segreti. Riescono ad ingannare un procuratore e preparano la nuova falsa perizia psichiatrica di Lisbeth sempre ad opera del corrotto Teleborian. Perché nessuno sappia la verità. Ma Lisbeth non è sola. Mikael Blomkvist è ancora saldamente dalla sua parte ed è riuscito ad avvicinarsi alla verità sul suo terribile passato ed è deciso a pubblicare su Millenium un articolo di denuncia che farà tremare i servizi di sicurezza, il governo e l’intero paese.

    Blomkvist combatte per far emergere la verità e per rendere giustizia a Lisbeth con l'aiuto di molte persone, fra le quali la sorella avvocato Annika Giannini, che la difende durante il processo; Dragan Armanskij, ex capo di Lisbeth che dirige la Milton Sicurity, e alcuni integerrimi agenti della SÄPO che vogliono eliminare le mele marce dai servizi segreti. Tra questi un ruolo decisivo è ricoperto dalla atletica e possente Monica Figuerola. Ma i pericoli per Lisbeth non sono rappresentati solo dalla legge e se in carcere deve lottare per dimostrare la sua innocenza, c’è ancora in giro il pericoloso, freddo e feroce fratellastro albino...