[an error occurred while processing this directive]
[an error occurred while processing this directive]

Ancora Lisbeth

David Fincher dirige il remake hollywoodiano della "Millenium Trilogy"

A pochi mesi dall'uscita di "La regina dei castelli di carta," ultimo film della trilogia cinematografica di produzione svedese tratta dai libri di Stieg Larsson i cui episodi precedenti, al cinema tra il 2008 e il 2009, erano intitolati "Uomini che odiano le donne" e "La ragazza che giocava con il fuoco", la Sony Pictures ha deciso di "rifare" le pellicole in salsa hollywoodiana coinvolgendo attori affermati del calibro di Max Von Sydow e Daniel Craig.
La grande sfida, però, sarà per Mara Rooney, 25 anni e boccoli biondi, che si troverà nei panni dell'eroina Lisbeth Salander, interpretata, nella produzione svedese di "Uomini che odiano le donne", da Noomi Rapace che difficilmente gli amanti dei film tratti dai libri di Larsson riusciranno a dimenticare.
Alla macchina da presa, David Fincher, tra i più quotati registi di Hollywood, già regista di pellicole di successo come Seven e Fight Club