Essere donne è una valigia pesante. Anzi due.

Vivere da sola per tanti anni mi ha messo davanti ad una cruda realtà: essere donna é come portarsi dietro un handicap.
Mi sono dovuta scontrare contro una violenza di genere strisciante... Che viene dal benzinaio che ti guarda con occhio misericordioso quando chiedi il cambio dell'olio (o altro ritenuto di pertinenza maschile); alle riunioni di condominio dove é meglio avere un compagno e far parlare lui.
Discriminazione di genere sul lavoro. In una fabbrica metalmeccanica, pur essendo una persona competente mi sono passati davanti tutti... In ultimo il mio capo, mentre io dal mio angolo trafficavo con computer e ogni tipo di nuova tecnologia, faceva, come massimo ammodernamento, fax scritti a mano sulla carta a quadretti. Sono stata la prima ad essere licenziata quando ci fu aria di crisi nonostante 35 anni di servizio.
Ddiscriminazione  nella vita di coppia. Quando il tuo uomo prende i tuoi pareri sempre e solo con riserva come argomenti che vanno verificati mentre le parole di un suo qualsivoglia pseudo/amico diventano subito lacrime di verità.
Quando tua madre invalida ...te che sei femmina....ti tratta come una sguattera; mentre tuo fratello maschio viene preservato da tutte le rompiture di balle... Noi donne andiamo avanti portando due grosse valige pesanti...ed è questo che va cambiato Si comincia dalla radice per arrivare a far smettere la violenza estrema. 

Pierangela, Bologna 

Rai.it

Siti Rai online: 847