GazzetTinto

Stra..cocotte..di cinghiale

Andrea Mainardi La cucina allo specchio

    » Segnala ad un amico

    Rubriche: LA CUCINA ALLO SPECCHIO
    Tempo di preparazione: più di un'ora
    Difficoltà: Difficile
    Tipologia: Secondi
    Cuoco: ANDREA MAINARDI

    Ingredienti: Ingredienti per 4 persone: Per la conserva: 200 gr polpa di cinghiale 200 gr passata di pomodoro 200 ml vin santo 20 gr fagioli cannellini secchi 1 cipolla 1 carota Farina 00 q.b. Olio extravergine di oliva q.b. 1 foglia di alloro Sale fino q.b. Pepe rosa q.b. Pepe verde q.b. Inoltre: 200 gr farina 00 Acqua q.b. 1 uovo

    Procedimento:
    Marinare la carne di cinghiale tagliata a cubetti nel vin santo, con la carota, la cipolla e la foglia di alloro. Dopo 1 giorno, scolare, asciugare e infarinare la carne; rosolarla a fuoco vivace e disporre in un vaso da conserva. Aggiungere i fagioli secchi, la passata di pomodoro, il sale, il pepe rosa e il pepe verde. Chiudere ermeticamente, avvolgere in un canovaccio e cuocere per immersione nell’acqua bollente per circa 2 ore. Aprire il vaso e versare il contenuto in una cocotte; pennellare il bordo con l’uovo e far aderire    un disco di pasta(ottenuta amalgamando la farina con l’acqua) di 3 millimetri di spessore, del diametro del contenitore leggermente più grande. Infornare a 220 gradi fino a quando la pasta si gonfierà e diventerà croccante.