GazzetTinto

[an error occurred while processing this directive]

Giuseppe Zen: l’hot dog fatto in casa

Pane e Pizza

    » Segnala ad un amico

    Rubriche: Pane e Pizza



    Procedimento:

    Oggi ZEN ci spiegherà  come fare in casa il Wurstel per farne poi un grande HOT DOG.

    Sono tante le leggende urbane legate alla nascita dell'hot dog, tutte riconducibili alla fine dell''800.
    La più comune vede la parola hot dog nascere in America grazie all'idea di un venditore di salsicce durante una partita di football americano. Il würstel era già molto in voga a quei tempi, ma non era certo facile da vendere e consumare tra la folla delle tribune. L'astuto commerciante pensò allora di servirlo avvolto in un panino caldo, condito con un gustoso spruzzo di senape: nasceva così il red-hot, che presto si trasformò in hot dog.

    Un'altra leggenda molto diffusa attribuisce l'etimologia della parola hot dog ad un disegnatore di vignette sportive, che durante una partita di football, disegnò un bassotto (al posto del würstel) dentro un panino. Quale che sia l’origine, da allora l'hot dog,  di strada ne ha fatta parecchia, ed oggi è uno degli snack più diffusi al mondo.

    Dunque, elemento principale di questo panino universale è il WURSTEL che si mette nel panino e che, purtroppo è un prodotto completamente industriale, realizzato con modalità anche un po’ discutibili.....ma il nostro Zen,  ci farà spiegherà come (con un po’ di buona volontà e di pazienza) sia possibile  fare un bel wurstel  in casa con ingredienti  scelti e di qualità che sono:
    -un pezzo (a gusto) di CARNE di MAIALE, del buon LARDO, della PANCETTA AFFUMICATA,  delle SPEZIE (quelle che più ci piacciono), AGLIO e un pezzetto di BUDELLO di AGNELLO.
    -Lavorare a crudo e al coltello la carne, il lardo e la pancetta e le varie spezie
    -Mettere  il battuto ottenuto in congelatore per poterlo trattare nella fase successiva a basse temperature;
    -Passarlo nel  mixer fino a farlo diventare una sorta di “omogeneizzato”;
    -Insaccarlo  nel budellino con una sacca a poche
    -Bollire o cuocere a vapore la salsiccia, che a questo punto è pronta per essere GRIGLIATA o SCOTTATA IN PADELLA e messa nel panino fatto ovviamente con farine biologiche (farina bianca, farina integrale e farina di segale). Il tutto condito con SENAPE e accompagnato, se volete, dai classici CRAUTI.