Logo Rai3

Aspettando la fase finale

Puntate integrali

ADELMO MONACHESE

LA STORIA: Massimo Troisi

LA STORIA: Massimo Troisi

Ospite: Enzo Decaro

TEMA: Troisi incontra Dio, che lo ha molto apprezzato, e gli parla. “Signore, non vorrei essere al tuo posto, ma se ci fossi, avrei un paio di suggerimenti”.

 

Gentile Fam. Troisi,
mi chiamo Ugo Petri, porto questo nome per la devozione che mio padre nutriva nei confronti del Vostro amato Massimo. Devozione che ho sviluppato tramite l'intenso studio di tutto ciò che riguardasse il Nostro amato. Vi scrivo per chiedervi il permesso di fondare una religione che abbia Massimo come unico Dio e me come primo sacerdote. Il Mio Massimo ha dimostrato di averne le doti: nato in una famiglia modesta, ha sofferto molto ma questo non ha ridotto la sua forza di spirito, è riuscito a farsi ascoltare e il suo verbo si è esteso in tutto il mondo. Confido in una risposta positiva.

Gentile Sig. Ugo,
la sua proposta è irricevibile. Massimo non avrebbe mai voluto essere un Dio, la sua pigrizia glielo avrebbe impedito e poi, se è vero che lo ha studiato a fondo, saprà che non riusciva a risolvere le sue questioni, figuriamoci quelle altrui! Il suo apprezzamento ci fa piacere ma la invitiamo a desistere. Moravia, a proposito di Pasolini, che Massimo amava, disse: “Ne nascono tre, quattro di poeti così ogni cento anni”. Nemmeno di “poetici” come Massimo ne nascono tanti, è un dovere rispettarli.
Saluti, Avv. Juliani

Gentile Avvocato,
so sempre Ugo. Non ho parole! Ma ho lo stesso qualcosa da dirle: 17, 23, 38, 87 e 90. Tante care cose.
P.S. Avrebbe per caso l'indirizzo di Lello Arena?