MiTo - Settembre Musica 2017

in diretta il 16 e il 21 settembre




«Il tema di quest'anno è Natura. È una scelta che mi è parsa subito feconda – spiega il direttore artistico del Festival Nicola Campogrande – perché la musica classica è di per sé un inno alla natura; se ci si pensa, è ormai quasi l'unica che si suoni con strumenti prodotti con materiali naturali (il legno, in particolare), e perché il suo repertorio si è regolarmente ispirato ai fenomeni naturali, e continua ancora a farlo nella produzione dei compositori viventi. Così, ascoltare in centoquaranta concerti le infinite declinazioni del tema mi sembra un’esperienza particolarmente affascinante».


Sabato 16 Settembre 2017 ore 21.00
in diretta dall'Auditorium Rai Arturo Toscanini di Torino  
MITO - SETTEMBRE MUSICA
 
Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai
direttore, Semyon Bychkov
pianoforte, Kirill Gerstein

PRIMAVERE

Nel 1901, dal tronco di un Ottocento che sembrava ormai sterile, Rachmaninov fece germogliare la sua partitura più nota, segnata dal lirismo e dalla felicità espressiva. Dodici anni dopo Stravinsky inventò un rito battesimale per il Novecento, e, con l’esplosione del suo Sacre, diede il la all’effervescenza delle avanguardie. Sono due primavere, antitetiche, qui riunite una accanto all’altra.

Vai alla locandina >>

_____________________________________

Giovedì 21 Settembre 2017 ore 21.00
In diretta da Torino, Teatro Regio  
MITO - SETTEMBRE MUSICA

Filarmonica della Scala 
direttore, Riccardo Chailly 
viola, Julian Rachlin 

 
LUCI

Ligeti ospita sulla propria partitura la lenta progressione di una luce cangiante, come in un sogno dai contorni imprendibili. Respighi della natura coglie l’abbaglio, il chiarore, lo sfavillare dei colori. Bartók invece si lascia sedurre dal timbro scuro della viola e per la sua ultima opera trova un tono contemplativo, intimo, lontano dai tumulti delle sue pagine precedenti. Sono tre modi, davvero antitetici, di giocare con la luce.

Vai alla locandina >>